menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lr Vicenza - Pescara, tre punti che possono significare salvezza

Il club abruzzese si dimostra poca cosa, troppo poca per un Vicenza consapevole della posta in palio. Partenza a razzo per gli uomini di Mimmo, che devono però aspettare più di un’ora per andare in gol col solito Meggiorini. Buone anche le prove di Rigoni, Giacomelli e Lanzafame. Ancora una volta deludente Jari Vandeputte

LE PAGELLE

GRANDI 6: pomeriggio primaverile in cui l’estremo difensore berico si guadagna la pagnotta quasi solo per lo stoicismo con cui sopporta il vento gelido del Menti. Trema solo in zona Cesarini per l’incursione di Dessena ma il tiro di punta è centrale e il portiere si accartoccia con sicurezza.

BERUATTO 6,5: bel cross col contagiri al 30’. Al 60’ confeziona un altro suggerimento dalla fascia per la girata vincente del Meggio. Il Delfino non lo impensierisce sulla sua corsia e lui porta avanti tanti palloni.

VALENTINI 6: ci prova di testa all’8’ ma senza successo. Per il resto non ha grande lavoro da fare e si limita a svolgere il suo compitino con diligenza.

PADELLA 6+: gli ospiti non danno mai l’impressione di poter far male e per uno come lui la gestione della gara difensiva è ordinaria amministrazione.

BRUSCAGIN 5/6: sulla sua corsia il Lane soffre oltre il lecito, soprattutto nella parte centrale del match. Poco coraggioso negli inserimenti in appoggio quando il Lane spinge. Può fare meglio…

RIGONI 6,5: al 34’ ha sul piede la palla dell’1-0 ma sciupa malamente. Al 76’ ci prova da fuori area ma non impensierisce il portiere. Un cartellino giallo che pesa. Nel complesso fornisce un buon contributo di ordine e geometria al centrocampo berico.

PASINI n.g.: una comparsata da quattro minuiti

AGAZZI 6+: buon assist per Jack al 20’. Un giallo evitabile nella ripresa. Al 71’ tenta la botta dalla distanza ma non incide. La sua prestazione è comunque più che sufficiente, nonostante qualche incertezza.

ZONTA 6,5: tanta qualità, quasi mai a scapito della qualità. Si sta imponendo come uomo ovunque, tanto che l’allenatore lo sceglie in ogni occasione per dar tono alla zona nevralgica del campo. Non è stata la miglior partita degli ultimi tempi ma sempre utilissimo.

(NALINI) n.g.: anche per lui un’ammonizione improvvida. Qualche tentativo di accelerazione non riuscito. Sembra in crescita.

GIACOMELLI 6,5: bel cross per la zucca del Lanciafiamme ad inizio gara. Ci riprova poco dopo, stavolta di piede ma la palla lambisce il palo. Al 20’ nuovo tentativo con palla a giro ma bersaglio solo sfiorato. Finchè ha avuto benzina ed estro il Vicenza ha dominato il campo. Poi si è sentita la mancanza della sua fantasia.

(VANDEPUTTE) 5,5: al 68’ potrebbe cercare la conclusione interessante ma si fa stoppare dalla difesa. Dispiace essere severi con un ragazzo su cui tutti abbiamo riposto giustificate speranze. Ma così non ci siamo. Insufficiente in costruzione di gioco e non pervenuto in fase realizzativa.

LANZAFAME 7: al 10’ colpisce il montante con un gran colpo di testa. Finchè ne ha, non solo costituisce una minaccia continua per gli uomini di Grassadonia ma si mette in luce per impegno e tenacia a supporto dei centrocampisti. L’esperimento dell’attacco a due può dirsi riuscito.

(PONTISSO) n.g.: pochi minuti e nessun intervento degno di menzione

MEGGIORINI 7,5: alla mezzora primo saggio preso dal manuale del bomber in rovesciata volante su traversone di Beruatto. Palla che sorvola la traversa ma gesto tecnico sopraffino. Assist per Rigoni al 33’. Al 60’ si fa trovare al posto giusto al momento giusto e la sua zuccata sapiente, appena svirgolata, non lascia scampo al povero Fiorillo. E sono 11! Fondamentale.

Mister DI CARLO 7: i suoi sciorinano venti minuti iniziali quasi stellari ma non concretizzano la netta superiorità, chiudendo il tempo ancora sullo 0-0. Poi ci pensa il bomber principe a sbloccare la situazione. I biancorossi gestiscono il vantaggio con una certa maturità, soffrendo oltre il lecito solo nei 10 minuti finali. Dovevano arrivare tre punti fondamentali per la salvezza e vittoria è stata. A cercar troppo il pelo nell’uovo, in una giornata così propizia, vorrebbe dire davvero essere ingrati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ci sarà una super luna rosa ad aprile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento