Pappataci o moscerini: un pericolo da non sottovalutare

Lo sapevi che il nome "pappatacio" deriva da "pappare e tacere" per via del fatto che il loro volo è del tutto silenzioso e notturno. Ma non farti ingannare, nonostante il loro simpatico nome, questi insetti pungono e portano molte malattie

In genere, i pappataci chiamati anche moscerini che pungono, trovano il proprio habitat naturale in luoghi caldi e molto umidi ed è la notte il momento in cui si scagliano contro le proprie prede, pungendo animali e uomini senza soluzione di continuità. Anche un solo morso potrebbe scatenare conseguenze decisamente molto preoccupati. Basti pensare, ad esempio, che sono proprio i pappataci i responsabili della leishmaniosi, una malattia di natura infettiva che, soprattutto per i cani, potrebbe rivelarsi addirittura letale.

Precauzioni per evitare di doversela vedere con le conseguenze

  • Agiscono di notte.
  • Odiando ogni fonte luminosa. Addirittura, alcuni di loro muoiono non appena vedono la luce del sole. In linea di massima, durante il giorno tendono a nascondersi in ogni genere di fessura, nelle fogne o, ancor peggio, nelle cucce di cani e gatti.
  • La cosa più importante da fare è prevenire la proliferazione dei pappataci, facendo attenzione, in primo luogo, alle zone particolarmente umide.

Trattandosi di insetti particolarmente silenziosi, non è semplice neanche sentirli. Proprio per tale ragione, vengono anche definiti insetti di velluto, perchè difficilissimi da percepire, inoltre colpiscono soprattutto gli arti inferiori.

I flebotomi o pappataci sono minuscoli insetti di 2-3 mm di lunghezza, con grandi ali, zampe fini e ricoperte come tutto il corpo di una leggera peluria. Assomigliano sotto molti punti di vista alle zanzare, non solo fisicamente ma anche per abitudini. Se non vedete nulla volare ma sentite dolorosi pizzichi probabilmente sono anche dalle vostre parti. Può capitare di vederlo durante la notte quando si accende una luce, può svolazzare a piccoli balzi dalla lampada alla parete.

Durante il giorno, se rimane in camera, si rifugia sotto al materasso o dietro i mobili per poi tornare all’attacco la notte successiva. La femmina punge di notte, senza far rumore (da qui il nome “Pappa e tace”). Le punture sono molto fastidiose e colpiscono soprattutto le braccia e il tronco

Questo caldo autunno ha portato una invasione di pappataci. Se ti svegli con una chiazzetta rossa vuol dire che ti hanno punto. 

Cosa fare?

A succhiare il sangue sono le femmine: per loro è un pasto necessario per procedere alla produzione e deposizione delle uova. 

  • Il pappatacio a seguito delle piogge e dell’innalzamento delle temperature, da larva che vive sotto le foglie e altri materiali vegetali, si trasforma in forma alata.
  • E' quindi molto importante rimuovere le foglie dal giardino e tenere ben pulito soprattutto nelle zone ombreggiate. Evitare che il terreno si impregni d'acqua arieggiando opportunamente o predisponendo canaletti di drenaggio. Evitare comunque ristagni e accumuli di acqua, foglie, sfalci di erba e immondizie.
  • Eliminare i focolai di infestazione, in particolare i detriti organici di cui le larve di questi insetti si nutrono.
  • Un ulteriore deterrente per i pappataci è la luce solare: ecco perché durante il giorno bisogna areare per bene i locali, favorendo la penetrazione dei raggi solari.

Rimedi

Tra i rimedi naturali efficaci contro i pappataci ricordiamo le capacità repellenti delle piante aromatiche. Un trucco naturale che permette sia l'allontanamento di questi insetti fastidiosi tipo con olio di timo, geranio, citronella e melissa, ma anche di alleviare il dolore e prurito (molto forte nel caso di puntura da pappatacio) con estratto di Tee tree oil (olio dell’albero del tè).

Malattie 

Pappatacio è molto più simile a una piccola zanzara e può essere vettore di un virus, che può causare nell'uomo una malattia chiamata appunto "febbre da Flebotomi", "febbre da Pappataci", "dengue mediterranea" o "dengue adriatica". Nulla di grave, ma può presentare fastidiosi sintomi come cefalea, brividi, dolore retrorbitale, mialgie, astenia e dolori all'addome.

Più grave è invece la leishmaniosi canina, causata sempre dalla sua puntura, malattia che può portare alla morte del Mammifero se non curata in modo adeguato.

Pericolo per i cani

Eliminare pappataci o flebotomi dai cani significa preservarli dalla loro puntura riducendo così il rischio di trasmissione della Leishmaniosi. Trattandosi di insetti volanti, che si spostano su discrete distanze, non è un'impresa semplice, ma è comunque possibile.

La prevenzione resta l’arma principale. Dal punto di vista farmacologico è necessario utilizzare antiparassitari piretroidi ad effetto repellente ed insetticida. 

  • Limitare le passeggiate o lo stazionamento del cane all'aperto nelle ore serali e notturne;
  • Farlo dormire preferibilmente in casa;
  • Applicare zanzariere alle finestre e porte che rimangono aperte;
  • Utilizzare insetticidi ambientali;
  • Utilizzare sui cani prodotti repellenti specifici per i pappataci.

Leishmaniosi

La leishmaniosi può colpire sia gli animali, e, in particolar modo, i cani ,sia gli esseri umani.

I parassiti entrano nei pappataci quando questi pungono un animale infetto e, sempre attraverso la puntura li trasferiscono ad altri animali sani, ma anche agli esseri umani (zoonosi).

Leishmaniosi cutanea: è la forma più diffusa e si manifesta dove i pappataci hanno punto l'individuo o l'animale. La lesione provocata dal pappatacio, in questi casi, aumenta di dimensione fino ad ulcerarsi all'interno. Se il virus arriva a colpire gli organi interni, allora si manifesta anche la febbre. Questa infiammazione potrebbe creare ulteriori complicazioni, molto severe.

Dove trovare oli essenziali repellenti a Vicenza

Erboristeria Euphorbia Dott.ssa Elena Ziglio
Via Generale, Via G. Medici, 75 -VI
0444 927270


Erboristeria L'Erbaluisa
Via Volturno, 1 -VI
0444 928931


Erboristeria Dr. Lain Maurizio
Borgo Scroffa, 59 -VI
0444 512626

Erberia Di Mansoldo Giovanna
Corso SS. Felice e Fortunato, 5
0444 235019


Erba Salus
Corso Antonio Fogazzaro, 42 - VI
0444 323425

Erboristeria Armonia
87, Viale Sant' Agostino, 85 - VI
347 006 6065

Erboristeria L'Alambicco Vicenza
Viale Riviera Berica, 287
0444 149 6945


Biosapori Vicenza
Viale Mercato Nuovo, 46 - VI
0444 960064
Con naturopata presente nel reparto erboristeria.

BioSapò
Negozio di articoli biologici
Corso Antonio Fogazzaro, 67 - Vi
340 728 2536


Parafarmacia L'Alchimista
Erboristeria
Viale Anconetta, 101
0444 306466


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porta pizze esce di strada con l'auto durante il servizio a domicilio: ferita 23enne

  • Coranavirus, colpiti padre e figlia: entrambi perdono la vita

  • Coronavirus, non si fermano i contagi e i decessi in Veneto

  • Coronavirus, 34 morti in 24 ore ma diminuiscono i ricoveri

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagi in Veneto: 1272 casi nel Vicentino

  • Emergenza Covid-19: 8509 positivi in Veneto, altri 57 casi a Vicenza e tre decessi

Torna su
VicenzaToday è in caricamento