Attualità Castelgomberto

Pfas e Pedemontana, i Verdi interrogano palazzo Balbi

Dopo le rivelazioni di Vicenzatoday.it sulla contaminazione denunciata da Arpav a Castelgomberto, la consigliera regionale Guarda chiede lumi a Bottacin e De Berti: e la vicenda ora sbarca sui sui media nazionali

Il cantiere Spv di Castelgomberto nell'Ovest vicentino (foto, Marco Milioni)

Dopo le rivelazioni di Vicenzatoday.it sulla contaminazione da Pfas-Pfba a ridosso del cantiere della Superstrada pedemontana veneta, la Spv, a Castelgomberto nell'Ovest vicentino, a palazzo Ferro Fini si agitano le acque. Il consigliere regionale Cristina Guarda (Verdi) infatti oggi 28 luglio ha indirizzato alla giunta regionale una interrogazione molto dettagliata. «Quali sono i prodotti che utilizzati nei cantieri della Spv contenenti Pfas, in particolar modo Pfba, utilizzati durante le lavorazioni degli scavi della galleria di Malo-Castelgomberto e negli altri tratti della Pedemontana Veneta?  Sussistono rischi di contaminazione anche nel versante di Malo, all'uscita della galleria presso la localita? San Tomio e quella di Vallugana e a tal fine, sono state effettuate delle analisi? Quali sono le azioni contrattuali e non, anche di natura cautelare, che la Regione del Veneto intende intraprendere verso il concessionario dell'opera, la Sis, nel caso in cui fosse accertato da parte di questa ultima un utilizzo di prodotti in maniera non conforme alle raccomandazioni afferenti?». Questi sono i quesiti che Guarda rivolge non solo all'assessore regionale all'ambiente Giampaolo Bottacin, ma pure all'assessore alle infrastrutture Elisa De Berti. La vicenda ha immediatamente travalicato i confini regionali poiché anche la stampa nazionale con Il Fatto quotidiano ha dedicato al tema un lungo approfondimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pfas e Pedemontana, i Verdi interrogano palazzo Balbi

VicenzaToday è in caricamento