Portogallo-Italia, Mancini mette Lazzari titolare ma "l'inesperienza pesa"

Il tecnico ha cambiato 9/11 rispetto alla gara con la Polonia e solo un super Gigio evita il tracollo. Ma per evitare la "Serie B" bisogna crescere in fretta

Manuel Lazzari (foto Lapresse)

Speravo però in un esordio diverso. Il Portogallo è una squadra forte e con tante qualità nonostante l'assenza questa sera di Cristiano Ronaldo. Penso che comunque nonostante la sconfitta abbiamo disputato una buona gara, sicuramente l'inesperienza pesa tanto in questi match. Siamo stati puniti da un contropiede nel secondo tempo, è un peccato. Ma sicuramente abbiamo tanti margini di miglioramento. Il Portogallo questa sera andava forte, peccato per la sconfitta perché in trasferta anche un punto sarebbe andato bene"

Così il valdagnese classe 1994, esterno della Spal, dopo il suo esordio in maglia azzurra, titolare contro il Portogallo, che ha sconfitto l'Italia di Mancini per 1-0. 
Il 19, dopo un inizio intriso di comprensibile emozione, ha disputato una gara generosa sulla fascia ma ha commesso qualche errore in copertura, tra cui quello che ha dato il La al gol di André Silva, al 48'. 

Per Mancini, che ha schierato una squadra nuova per 9/11 rispetto alla Polonia, c'è molto lavoro da fare e in fretta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Guida Michelin 2021: gli otto ristoranti stellati nel vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento