rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Economia Asiago

Punto nascite Asiago, l'Ulss 7 dispone nuove assuzioni di ostetriche

L'Azienda Pedemontana dopo l'incontro con le organizzazioni sindacali conferma l'impegno a potenziare le dotazioni di personale sanitario

Il Punto Nascita di Asiago era finito sotto i riflettori dopo che i sindacati avevano proclamato lo stato di agitazione a fronte delle criticità sollevate dal personale sanitario. Ieri, mercoledì 1° febbraio, la vertenza è finita sul tavolo della Prefettura di Vicenza, alla presenza dei rappresentanti dell’Ulss 7 Pedemontana e delle organizzazioni sindacali.

L’Azienda ha confermato il proprio impegno a potenziare le dotazioni di personale sanitario del Punto Nascita di Asiago, nel caso specifico di ostetriche "nell’ambito di un modello organizzativo che ha come prima finalità la garanzia di sicurezza delle mamme e dei neonati", come spiegato in una nota ricordando dell'Ulss la quale ha ricordato come già nel marzo 2022 era stata acquisita la graduatoria di concorso a tempo indeterminato costituita da 23 nominativi, dalla quale è stato possibile procedere a 15 assunzioni a tempo indeterminato a fronte di 8 rinunce. Questo aveva permesso di definire un incremento di dotazione di personale all’Ostetricia di Bassano e Santorso per garantire la turnistica anche del punto nascita montano. 

"Attualmente - spiega l'Azienda - al fine di garantire la seconda ostetrica in presenza notturna presso il Punto Nascita di Asiago, si prevede di incrementare la dotazione del personale ostetrico da assegnare presso tale sede: a questo scopo già in data 18 gennaio 2023 è stato espletato l’avviso - dedicato espressamente alla struttura di Asiago - per l’assunzione di personale ostetrico che ha visto la costituzione di una graduatoria di n. 57 ostetriche, che sarà utilizzata per procedere con le necessarie assunzioni. Qualora tale azione di reclutamento abbia esito positivo, la reperibilità notturna potrà essere sospesa".

"Inoltre - continua - con l’obiettivo di incentivare la scelta dell’ospedale di Asiago come sede permanente di lavoro, è stato già proposto al Comune di Asiago di estendere e rifinanziare anche alle professioni sanitarie - oltre che ai dirigenti medici - la possibilità di accedere al contributo messo a disposizione dall’Amministrazione comunale per il rimborso delle spese di vitto e alloggio".

L’Ulss 7 Pedemontana precisa che, in ogni caso, sarà comunque mantenuta la presenza giornaliera di personale ostetrico a rotazione proveniente dai Punti Nascita dei Presidi Ospedalieri di Bassano e Santorso: questo per rispettare la DGR n. 2238/2016 secondo la quale l’organizzazione del personale dei Punti Nascita con caratteristiche come l’ospedale di Asiago deve essere all’interno del dipartimento dei presidi ospedalieri maggiori, al fine mantenere e sviluppare le necessarie competenze professionali.

Come ulteriore agevolazione per i lavoratori e le lavoratrici, si stanno verificando la fattibilità e le modalità organizzative per mettere a disposizione un’autovettura aziendale per il personale ostetrico che dai Presidi Ospedalieri di Bassano e Santorso ha necessità di raggiungere l’Ospedale di Asiago.

L’Azienda confida nella collaborazione di tutti per mantenere aperto il Punto Nascita di Asiago e mantiene la massima apertura e disponibilità al dialogo con l’unico obiettivo di migliorare la capacità di presa in carico e l’efficienza organizzativa della struttura, oltre a garantire gli indispensabili standard di sicurezza. A questo riguardo, sono state svolte nel corso del 2022 e sono in programma anche per il 2023 diverse iniziative di formazione, aggiornamento e affiancamento del personale e delle ostetriche, in particolare in sala operatoria, e la stesura o aggiornamento di specifiche procedure aziendali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punto nascite Asiago, l'Ulss 7 dispone nuove assuzioni di ostetriche

VicenzaToday è in caricamento