Vicenza, antifascismo in piazza: più di 1000 al corteo

La manifestazione contro il fascismo, organizzata per i fatti di Macerata, si è svolta senza disordini. Qualche rischio - scongiurato dalla polizia - verso la fine con la comparsa di una decina di estremisti di destra

Bandiere rosse, cori partigiani e più di 1000 persone (800 per la questura) hanno partecipato nella serata di venerdì alla manifestazione antifascista organizzata dopo l'attentato di Macerata dall’Anpi, dal centro sociale Bocciodromo e dall’associazione Fornaci Rosse.

INTERVISTA A DANILO ANDRIOLLO, PRESIDENTE ANPI: "VICENZA NON VUOLE IL FASCISMO"

Un corteo che ha attraversato le vie della città e che ha visto la presenta di molti giovani, di esponenti della sinistra e della Vicenza democratica. Tra loro anche il sindaco Achille Variati e dell'ex segretario del Pd Pier Luigi Bersani, in città per la campagna elettorale di Liberi e Uguali, partito per il quale è candidato. 

La manifestazione si è svolta pacificamente e senza disordini. Questi ultimi evitati dalle forze di polizia che al termine della passeggiata ha impedito il contatto di alcune frange di estrema destra con i manifestanti. I militanti neri erano infatti apparsi in piazza Matteotti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"No al razzismo", "Fuori i fascisti dalle città", "Siamo tutti antifascisti".  Questi gli slogan urlati dai manifestanti tra le vie del centro. Il corteo è iniziato in piazza Castello verso le 21 per poi andare verso corso Palladio. Il serpone, colorato con striscioni, bandiere e cartelli, è stato per tutta la durata controllato dalla polizia, dai carabinieri e dalla polizia locale. 

La passeggiata si è quindi fermata proprio nella piazza dedicata al politico brutalemente ucciso durante un agguato fascista. Qui, in prossimità di Levà degli Angeli, sono comparsi una decina di persone appartenenti a gruppi di estrema destra. Il confronto con gli antifascisti è durato solo il tempo di qualche insulto reciproco grazie all'intervento degli agenti della questura che hanno disperso i mititanti di destra senza che si verificassero incidenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dolce sollievo dell'estate: scopri le 4 top gelaterie di Vicenza

  • Perchè le zanzare pungono proprio te e i rimedi naturali per difendersi

  • Scopri i posti più belli: 4 passi fuori Vicenza

  • Al laghetto di Marola la nuova spiaggia di Vicenza

  • Paura in città: inseguimento e colpi di arma da fuoco

  • Stop del Tosano, il punto vendita non si farà: dietrofront dopo l'emergenza Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento