menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pensano di comprare maria e invece era erba di campo, il pusher: «Non avevate specificato»

Raggiro da 200 euro a una coppia di giovani che hanno segnalato il fatto ai carabinieri. Entrambi sono stati segnalati come tossicodipendenti in prefettura

Si sono accorti del raggiro quando, dopo aver acquisto quello che pensavano essere stupefacente, si sono fermati in un luogo appartato per consumare uno spinelllo. Nella confezione, invece di marijuana, c'era però semplice erba di campo.  L'episodio è accaduto lunedì e ha visto come protagonisti una giovane e il suo fidanzato. Una volta scoperta la truffa si sono recati dai carabinieri per sporgere denuncia e sono stati comunque segnalati alla Prefettura di Vicenza quali assuntori di sostanze stupefacenti. Come dire, oltre il danno la beffa. 

Nella serata di lunedì una 21enne residente a Valdagno si è presentata ai militari per segnalare che nel pomeriggio, accompagnata dal fidanzato, dopo aver contattato un individuo residente nel capoluogo per concordare l’acquisto di sostanza stupefacente del tipo marijuana, lo ha incontrato in viale San Lazzaro. L’uomo, previo pagamento della somma di 200 euro, ha consegnato alla ragazza un involucro adeguatamente confezionato contenente a suo dire quanto richiesto. La coppia, giunti a Montecchio Maggiore, si è accorta dell'inganno e ha  contattato il venditore per chiarimenti. Il pusher si è giustificato riferendo loro di avergli venduto l’erba che avevano  richiesto poiché non avevano specificato il tipo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Madame, la giovane di Creazzo stasera al Festival di Sanremo

Attualità

Lotto, raffica di vincite con la stessa combinazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento