menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Falso corriere ritirava la merce nelle aziende e poi la faceva sparire: arrestato dai carabinieri

Protagonista della truffa un napoletano di 42 anni "trasfertista" che usava un furgone a noleggio, documenti falsi e divise dei più noti spedizionieri

Il passaparola circolava da tempo nelle aziende del Vicentino, in particolare quelle della zona sud-ovest della provincia. In diversi episodi ai cancelli delle ditte si era presentata un corriere, con tanto di divisa da spedizioniere - che cambiava a seconda delle occasioni - e caricava le merci per le consegne all'esterno.

Merci, soprattutto capi di abbigliamento, che ovviamente sparivano nel nulla. In molti sono caduti nel tranello del falso corriere, mentre in altri casi la truffa non ha funzionato. La voce però si è sparsa, i carabinieri erano già in allarme e molti magazzinieri stavano più attenti a chi veniva per il ritiro della merce.

E così, nella giornata di mercoledì, i militari hanno messo le manette ad Armando Daniele, napoletano classe '79, preso sul fatto mentre stava caricando il furgone che aveva preso a noleggio. 

Il giudice ha convalidato l'arresto ma è stato chiesto il rinvio ad aprile per richiesta di rito alternativo. Il 41enne è stato sottoposto ad obbligo di dimora a Napoli, ad obbligo di firma quotidiana e ad obbligo di permanenza domiciliare notturna.

WhatsApp Image 2021-01-21 at 12.01.36-2-2

Quando l'uomo si è presentato in  un'azienda di Brendola con un giubbetto della Tnt, il dipendente che l'ha ricevuto si è insospettito e ha chiamato i carabinieri. I militari sono arrivati sul posto e hanno trovato all'interno del furgone noleggiato, capi di abbigliamento e accessori dal valore di circa 10mila euro, oltre che divise false delle principali ditte di spedizioni. Il 42enne aveva inoltra una patente contraffatta. 

Per Daniele, che aveva il divieto di tornare a Brendola e faceva il "trasfertista" da Napoli, sono scattate le manette e ora dovrà rispondere di diversi capi d'accusa tra i quali truffa, ricettazione e falsificazione di documento. 

WhatsApp Image 2021-01-21 at 12.01.35 (1)-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come sanificare il divano e farlo tornare nuovo

social

Enego: famiglia di orsi al Rifugio Valmaron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Yale Stock Trading Game, un bassanese sul podio

  • social

    Primo assaggio di primavera e primi bagnanti al Livelon

Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento