rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Sport

Dalla cartolina special al Paolo Rossi day al Menti

A un anno dalla scomparsa di Pablito continuano le celebrazioni del grande campione

A un anno dalla scomparsa di Pablito continuano le celebrazioni del grande campione. L’ultima in ordine di tempo si deve all’Associazione Amici di Paolo Rossi, culminata oggi con la presentazione ufficiale della cartolina a lui dedicata e stampata in oltre 2.000 copie. Conferenza stampa alla presenza sul palco di Vladimiro Riva, del Sindaco Rucco, dell’assessore Celebron, del ricercatore Bianco, del Dg biancorosso Bedin e del figlio del calciatore Alessandro Rossi. Ha preso subito la parola il presidente di “Vicenza E’” il quale ha ribadito il legame indissolubile di Vicenza con un personaggio che ha fatto la storia del calcio, auspicando che l’empatia e la modestia che hanno sempre contraddistinto Paolo possano essere un buon viatico per tutti in un momento difficilissimo per la squadra.

Gli ha fatto eco il direttore generale, richiamando il vuoto doloroso che la morte di Paolo ha lasciato in società e comunicando le varie iniziative che sono in programma per ricordarlo: la patch sulla maglia nella partita di Perugia, con le casacche che saranno messe all’asta dal giorno 9 dicembre per un ricavato da destinare interamente alla Fondazione OTB. Il 10 ci sarà poi un visual speciale dedicato a Pablito che andrà sul sito del Club e nei vari social. Nella stessa data a Casa Vicenza avremo una messa privata a cui parteciperanno tutti gli iscritti alla società biancorossa. Per la partita col Como del 12, invece, si terrà un cerimoniale dedicato a Pablito, con i ragazzi delle giovanili che distribuiranno al pubblico la cartolina con la sua immagine.

Il microfono è poi passato al Sindaco della città berica, il quale ha rammentato a tutti lo speciale che TVA dedicherà stasera all’eroe del Mundial, nel quale si potranno vedere immagini toccanti della cittadinanza onoraria e delle esequie del centravanti della Nazionale, del Lane e di Como, Milan, Verona, Juventus e Perugia. Ugo Bianco, curatore grafico della card, ha voluto spiegare il significato profondo dell’immagine scelta: un Paolo Rossi molto giovane, appena arrivato in squadra (come si può evincere osservando lo sfondo, con la rete metallica verso gli spogliatoi e il campo di allenamento che da tempo non esiste più), come a sottolineare che quel ragazzo è sempre rimasto tane, anche quando è assurto agli onori della gloria. Ha infine chiesto a tutti i tifosi, una volta in possesso della cartolina, di farsi un selfie, inviandolo alla pagina degli “Amici di Paolo Rossi”.

Ultimo intervento quello del figlio del campione, che ha ringraziato tutti per tenere così viva l’immagine di suo padre, concludendo che Pablito sarebbe stato davvero felice nel verificare quanto amore ha lasciato dietro di sé. A conclusione della mattinata una simpatica chicca: è stato fatto ascoltare un messaggio inviato appositamente da un giornalista e speaker brasiliano riguardante il centravanti che ha fatto piangere i carioca. Nonostante il dolore provocato dalla sua tripletta – ha rivelato il collega – i carioca hanno sempre riconosciuto il valore del loro “carnefice”. I veri campioni non hanno colore ed è giusto ricordare degnamente uno dei maggiori protagonisti del calcio internazionale. Gli ha fatto infine eco Apo Ambrosi, noto oste e cantautore di Marostica, amico fraterno di Paolo, il quale ha annunciato un evento musicale al Menti in estate. Al Paolo Rossi Day tra le note, dovrebbero partecipare gli artisti che l’hanno affiancato nella sue esibizioni canore, non escluso, probabilmente, il grande Antonello Venditti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla cartolina special al Paolo Rossi day al Menti

VicenzaToday è in caricamento