rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Altro

Ciclismo, Domenico Pozzovivo torna "a casa": il campione in maglia Bardiani-Csf per chiudere la carriera

Il ciclista lucano gareggerà vestendo i colori della squadra che lo ha lanciato nel professionismo

Domenico Pozzovivo è ufficialmente un corridore della VF Group Bardiani-CSF Faizanè. L'atleta lucano ha firmato un contratto annuale e chiuderà la carriera nella squadra che lo ha lanciato nel professionismo ben 19 anni fa. Pozzovivo, con la sua esperienza, sarà di fondamentale importanza per i componenti più giovani del team.

Roberto Reverberi, team manager della squadra, dichiara: "Pozzovivo sarà di fondamentale importanza per insegnare ai nostri giovani, è un esempio e una guida. L'anno in cui è definitivamente esploso, nel 2012, ha vinto 4 corse, ricordo ancora le emozioni di quelle vittorie. Ci affidiamo per questo ad una delle persone più professionali che io abbia mai conosciuto. Esprime dei valori notevoli e può correre ancora ad alti livelli, siamo contenti e orgogliosi di avergli dato l'occasione di chiudere il cerchio della sua carriera qui, dove ha iniziato".

"Ha le sembianze della sceneggiatura di un film - dichiara Domenico Pozzovivo - ma il ritorno nel team che mi ha lanciato ormai (fa quasi impressione dirlo) 19 anni fa nel mondo del professionismo e con cui ho condiviso più di un terzo della mia carriera si è finalmente concretizzato. Oltre all'inevitabile emozione, mi sento estremamente motivato a dare il mio apporto di esperienza ad una squadra che ha nella propria filosofia la valorizzazione e la crescita dei giovani, obiettivo a cui penso di poter essere funzionale, spinto dalla volontà di competere ancora ad alti livelli a dispetto della carta d'identità. Ringrazio Bruno e Roberto Reverberi per l'occasione che mi hanno dato".

La carriera

Lucano di Policoro (Matera) è nato il 30 novembre 1982. Ha iniziato a correre nel '98 da allievo del secondo anno debuttando con il Gs Marangiolo di Taranto. Nel 2001 fa il suo debutto nella categoria dilettanti Under-23 con la maglia della Zoccorinese-Vellutex, formazione toscano-brianzola diretta da Olivano Locatelli. Nel 2004 passa quindi tra le file della società trevigiana Zalf-Désirée-Fior, anno in cui chiude al quarto posto nella prova in linea Under-23 dei campionati del mondo di Verona. Passa professionista nel 2005 con la Ceramica Panaria-Navigare. L'anno dopo resta nell'entourage di Bruno e Roberto Reverberi, alla CSF Group-Navigare. Nella primavera del 2009 ottiene il primo successo da professionista, vincendo la tappa di Flero alla Settimana Ciclistica Lombarda.

Nonostante i tanti infortuni, dai quali si è sempre rialzato, ha terminato sette volte il Giro d’Italia nei primi dieci, in carriera ha vinto il Giro del Trentino 2012, una tappa al Giro d’Italia 2012, una tappa alla Volta Ciclista a Catalunya 2015 e una tappa al Giro di Svizzera 2017.

Conclude il Giro d’Italia 2022 all’ottavo posto in classifica generale, divenendo, all’età di 39 anni, il corridore più anziano a concludere la competizione nella top 10.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclismo, Domenico Pozzovivo torna "a casa": il campione in maglia Bardiani-Csf per chiudere la carriera

VicenzaToday è in caricamento