Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Commissione antimafia, secretata l'audizione di Cherchi

Al magistrato lagunare, che ha domandato più volte l'oscuramento della sua prolusione, erano stati chiesti lumi sul maxi sequestro di coca avvenuto nell'Ovest vicentino e su alcune delicate inchieste che in passato avevano coinvolto il resto del Veneto dal Veronese al Veneziano

Il procuratore veneziano Bruno Cherchi (repertorio Vicenzatoday.it)

Una deputata della commissione bicamerale antimafia chiede al capo della procura antimafia veneziana Bruno Cherchi lumi sulla fine fatta dall'indagine sul maxi sequestro di cocaina avvenuto nel 2018 in circostanze ancora avvolte nel mistero alla conceria Cristina di Montebello. Cherchi chiede ed ottiene che la seduta venga secretata. È accaduto ieri 27 maggio nella capitale.

Più nel dettaglio è stata la deputata reggiana Stefania Ascari del M5S a domandare a Cherchi (che riveste anche il ruolo di capo della procura lagunare) una serie di informazioni in relazione al caso del maxi ritrovamento di stupefacente che da ormai tre anni è completamente sparito dai radar dell'informazione. La Ascari però non i è limitata alla vicenda di Montebello ma ha anche chiesto informazioni in relazione all'operazione «Edera». Si tratta di una delicata indagine coordinata dalla «Direzione distrettuale antimafia» di Reggio Calabria che oltre a coinvolgere un gruppo di soggetti appartenenti alla 'ndrangheta aveva coinvolto alcuni uomini che militarono nella mafia veneta meglio nota come mala del Brenta.

Ma c'è di più la audizione di Cherchi è stata secretata anche quando quest'ultimo è stato invitato a fornire alcuni spunti di riflessione sulla presenza delle mafie in tutto il Veneto a partire dal Veronese sino a giungere al Veneziano: in quest'ultimo ambito l'attività dei parlamentari della Commissione si era soffermata sul contorno anche economico riferibile alle inchieste che hanno portato a disarticolare la presenza di un gruppo criminale camorristico ad Eraclea Mare e dintorni. Più in generale a rimanere in chiaro è stata solo una parte della audizione del magistrato veneziano mentre una considerevole porzione dei verbali rimarrà a disposizione solo dei membri della commissione stessa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commissione antimafia, secretata l'audizione di Cherchi

VicenzaToday è in caricamento