rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Politica

«Serve un fondo straordinario per i commercianti bersagliati da furti, spaccate e rapine»

A palazzo Trissino la proposta arriva dal gruppo di Fdi: ora la palla passa al Consiglio comunale. Frattanto aumenta la preoccupazione per l'aggravarsi del fenomeno: sullo sfondo del quale si stagliano «degrado» e «tossicodipendenza»

A palazzo Trissino il gruppo di Fratelli d'Italia (milita all'opposizione) chiede che l'amministrazione della città del Palladio istituisca un fondo speciale a benefico dei commercianti vittima dei reati contro il patrimonio. La proposta è contenuta in una mozione indirizzata al Consiglio comunale che porta la firma del capogruppo Nicolò Naclerio e del consigliere Giorgio Conte: il testo della quale è stato reso noto oggi 22 febbraio poco prima di mezzodì.

«La cronaca nera degli ultimi mesi - si legge nel testo che per vero porta la data del 20 febbraio - sta evidenziando un procedere costante delle azioni criminali nei confronti delle attività commerciali della città: vittime, di rapine e furti a tutte le ore, con danneggiamenti alle strutture dei locali e alla sottrazione illecita di merci, supporti informatici e di archiviazione. Le categorie criminali si stanno moltiplicando con il moltiplicarsi di problematiche sociali assimilabili principalmente alla tossicodipendenza».

Le forze dell'ordine e la Polizia Locale, nonostante gli sforzi messi in atto e per diversi motivi, non riescono a garantire un livello minimo di sicurezza per il normale svolgimento delle attività commerciali. Tanto che le stesse, spiegano ancora i due, vivono un momento difficile a livello economico. Secondo Fdi questa escalation criminale trova fondamento nell'accentuarsi di molte forme di degrado cui si affianca «una insufficiente attività di controllo e prevenzione».

Ora poiché buona parte del budget municipale, sostengono i due, si poggia sui tributi versati dal settore commercio sarebbe auspicabile in questo senso la istituzione di un «fondo economico straordinario per i commercianti vittime di furti, di danneggiamento dei locali e delle attrezzature annesse». Non è raro infatti che dopo le spaccate siano più cospicui i danni materiali che il valore di quanto rubato. «Stando così le cose - fa sapere Naclerio (nel riquadro) che precisa ancor più il concetto - serve in fondo straordinario per i commercianti bersagliati da furti, spaccate e rapine».

Chiaramente la proposta di Fdi dovrà seguire un iter preciso. La mozione infatti dovrà essere fatta propria dall'assise consiliare che esprime una maggioranza di centrosinistra. Una volta che in sala Bernarda si sarà trovata la quadra le opzioni sul tavolo diverrebbero sostanzialmente due. La prima, assai inusuale ma percorribile, è una delibera di consiglio con un impegno di spesa allocato ad hoc. La seconda è quella di un passaggio che coinvolga la giunta comunale capitanata dal sindaco Giacomo Possamai. Il primo cittadino tra l'altro è proprio il titolare della delega alla sicurezza. In ogni caso saranno le settimane a venire a dire se l'iniziativa targata Fdi avrà o meno un approdo fattivo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Serve un fondo straordinario per i commercianti bersagliati da furti, spaccate e rapine»

VicenzaToday è in caricamento