Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Finta disabile tenta il furto a casa di un'anziana

La donna, facendo leva sulla compassione della vittima, si è messa frugare in casa mentre la complice, una sedicente infermiera, distraeva la signora. Le due sono state fermate dall'arrivo improvviso della figlia dell'anziana

Carabinieri a Solagna

E’ un’indagine portata a termine dai carabinieri della Stazione di Solagna quella scaturita dalla denuncia di una anziana donna vittima di un tentato furto nella propria abitazione ad opera di due donne, una delle quali si fingeva disabile, mentre l’altra asseriva essere l’infermiera.

La tecnica utilizzata è stata quella di presentarsi alla porta per chiedere un momento di ristoro, facendo leva sull’infermità di una delle due. L’anziana, mossa a compassione ma anche un po' sorpresa dalla situazione, le lasciava entrare e mentre la più anziana, qualificatasi infermiera, la distraeva con domande, la finta disabile, si avventura per le camere della casa, in cerca di denaro o preziosi da portare via.

Ma mentre frugava, veniva sorpresa dalla figlia della vittima che le chiedeva il motivo della sua presenza nell’abitazione della madre. Questa, inventando una scusa, si è allontanata velocemente, seguita dalla finta infermiera. Le due sono salite su un’auto che le attendeva poco distante e si sono date alla fuga.

Le indagini subito avviate dai carabinieri di Solagna, hanno permesso nel giro di poco tempo, a risalire al tipo di autovettura utilizzata per la fuga e a reperire il numero di targa. I successivi accertamenti, hanno consentito di risalire con certezza a identificare le due donne responsabili del tentato furto.

Si tratta di S.L, italiana 34enne e M.O, italiana 42enne, entrambe pregiudicate. Per tale motivo, sono state denunciate per il reato di furto. 

Per contrastare i furti in abitazione, i carabinieri sono impegnati in un’intensa attività di prevenzione, attuando numerosi posti di controllo in entrata ed in uscita dai centri abitati di Bassano del Grappa e tutti gli altri comuni limitrofi, in diverse fasce orarie, utilizzando anche personale in abiti borghesi. Fondamentale è il contributo che la popolazione può offrire ai carabinieri chiamando il numero unico di emergenza 112, senza indugi, segnalando ogni situazione sospetta. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finta disabile tenta il furto a casa di un'anziana

VicenzaToday è in caricamento