rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca

San Bortolo, rom ladra "ospite" da 100mila euro: "Trasferita altrove"

Il direttore generale dell'ULSS 6 Vicenza, Giovanni Pavesi, ha dichiarato che la 47enne rom, che da settimane era ricoverata al San Bortolo, pur senza necessità e che era stata pizzicata a rubare nella struttura, "è stata trasferita in un'altra struttura"

"La sicurezza dei cittadini, siano questi pazienti, familiari in visita o naturalmente nostri dipendenti, è una priorità per questa Direzione. Una volta venuta alla nostra attenzione la vicenda, ci siamo immediatamente attivati per trovare una rapida soluzione, contattando di nuovo i Comuni di competenza - cosa che già avevamo fatto senza esito positivo nelle settimane passate - e quindi trovando un'altra struttura in città dove la signora è stata trasferita già nella giornata di oggi".

Queste le dichiarazioni, mercoledì pomeriggio, del direttore generale dell’ULSS 6 Vicenza Giovanni Pavesi, dopo l'enorme clamore destato dalla vicenda: "Voglio sottolineare che i costi per la retta della struttura saranno attribuiti alla signora, o se questo non fosse possibile ai Comuni di appartenenza. È inoltre mia intenzione affrontare in modo più generale il tema della sicurezza al S. Bortolo: non si può dire, dati alla mano, che ci siano un'incidenza di furti superiore ad altri ospedali, ma questo è un tema prioritario per questa Direzione".


"I pazienti e i loro familiari hanno il diritto di sentirsi protetti quando si recano in ospedale per farsi curare - ha concluso -  Ho intenzione quindi di aprire un confronto su questo fronte, per capire come potenziare la vigilanza in modo che anche visivamente i cittadini abbiano la sensazione di essere all'interno di un ambiente più controllato. C'è poi un altro tema più generale, che riguarda quei pazienti senza più un domicilio e senza parenti a cui affidarli: situazioni che anche in piena legalità presentano contorni complessi sul piano normativo, con vincoli precisi entro i quali anche noi come Azienda abbiamo limitati spazi di manovra. Diventa importante in questi casi la disponibilità delle istituzioni e più in generale del territorio, anche con il potenziamento - che è nei nostri programmi - delle strutture intermedie di ricovero».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Bortolo, rom ladra "ospite" da 100mila euro: "Trasferita altrove"

VicenzaToday è in caricamento