rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Grandine e allagamenti: Zaia avvia lo stato di crisi e lo stato di calamità per attività agricole

Il governatore ha avviato le procedure per il ristoro ai danni

Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, con proprio decreto, ha dichiarato lo stato di crisi a seguito delle violente grandinate, degli allagamenti e delle forti raffiche di vento che giovedì 8 luglio hanno interessato molte zone del Veneto. In particolare il Veronese, il Vicentino e aree del Padovano del Trevigiano e del Bellunese.

Il decreto rimarrà “aperto” in attesa che i Comuni interessati effettuino le opportune ricognizioni e il censimento dei danni provocati dal maltempo a opere pubbliche e ai privati.

Contestualmente, il presidente Zaia ha avviato le procedure per lo stato di calamità naturale, per il ristoro ai danni che hanno interessato le attività agricole.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grandine e allagamenti: Zaia avvia lo stato di crisi e lo stato di calamità per attività agricole

VicenzaToday è in caricamento