Cronaca Montecchio Maggiore

Femminicidio Alessandra Zorzin, cellulari spariti: il padre di Turrin chiede perdono

A poche ora dalla tragedia emergono i primi tasselli di un puzzle davvero intricato. Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire cosa sia accaduto prima dello sparo che ha ucciso la giovane 21enne, quale fosse il rapporto con la guardia guirata e quindi il movente dell'omicidio

Sono passate quasi 48 ore dal cruente omicidio di Valdimolino e sono tanti gli interrogativi che ruotano attorno ai motivi che hanno portato Marco Turrin, 38enne padovano di Vigodarzere, guardia giurata, morto suicida dopo una fuga in auto di 7 ore tra Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna.

Cellulari spariti

Gli inquirenti stanno cercando di fare chiarezza attorno alla morte di Alessandra Zorzin, mamma di appena 21 anni uccisa nella sua casa di Montecchio Maggiore dove viveva con il marito Marco e la piccola Grace di appena 2 anni e mezzo. Dalle prime indagini balza all'occhio come siano spariti i cellulari della vittima del suo assassino. Il sospetto è che dopo averla uccisa si sia sbarazzato degli smartphone.

"Chiedo perdono"

Nel frattempo dalla prima periferia di Padova arrivano le parole di dolore del padre di Marco Turrin il quale ha dichiarato di essere a conoscenza della relazione del figlio con la giovane 21ennne. "Sono addolorato e distrutto - ha dichiarato Adriano Turrin, padre dell'omicida morto suicida - Il mio pensiero va a loro, ad Alessandra, ai familiari e soprattutto alla bimba".  Alessandra Zorzin e Turrin si frequentavano da almeno sette mesi e il padre Adriano sapeva anche che la giovane vicentina era impegnata con un altro e mamma di una bambina.

Marcia silenziosa

In attesa di conoscere gli sviluppi di questa drammatica vicenda, è stata organizzata per sabato prossimo, 18 settembre, una "Marcia silenziosa" per dire stop alla violenza alle donne, organizzata dal Comune e dal Centro Antiviolenza di Vicenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Femminicidio Alessandra Zorzin, cellulari spariti: il padre di Turrin chiede perdono

VicenzaToday è in caricamento