Falso generale inganna una coppia e seduce una donna: truffa da 280mila euro

Un'indagine durata due anni ha portato la polizia postale a smascherare un truffatore che aveva convinto una coppia a versare del denaro per "ripulire" un bottino di guerra. L'appuntamento per completare l'inganno è avvenuto a Vicenza

Due anni di indagini da parte della polizia postale di Cagliari hanno portato alla denuncia in stato di libertà cinque cittadini originari dell’Africa centrale per il reato di truffa aggravata. Le indagini sono scattate in seguito a due denuncie. La prima da parte di una coppia di Iglesias, in Sardegna. Le vittime, dopo essere stati contattati on-line da un ghanese che si è presentato come un generale americano con un "bottino" di guerra da 13,5 milioni di dollari che voleva portare fuori dall'Afghanistan con l'aiuto dei coniugi, si sono recati a un appuntamento a Vicenza dove due emissari del truffatore hanno mostrato loro parte del denaro.

Alla vista di una valigia piena di  dollari la coppia è caduta nella trappola e - attraverso bonifici bancari e agenzie di trasferimento moneta - ha consegnato al sedicente generale una cifra pari a 280milia euro. L'operazione della polizia postale, chiamata Francklyn Moss - dal nome con il quale si presentava il falso generale al comando dei soldati di stanza a Kabul - è iniziata nel 2016 attraverso le attività investigative intraprese, sotto la direzione del Pubblico Ministero dr. Porcu, della Procura della Repubblica di Cagliari e la cooperazione internazionale di Polizia. Le indagini hanno portato all'identificazione e alla denuncia per truffa aggravata di un ghanese di 23 anni, residente in Germania, di altri due uomini africani, presunti emissari del generale, che hanno riscosso  le somme a Vicenza e di altri due uomini, residenti nel Bronx, identificati come beneficiari di versamenti di denaro della coppia. 

Sempre lo stesso generale e sempre online, ha adescato una cagliaritana presentandosi come un alto ufficiale dell'esercito americano e chiedendo alla donna, convinta di avere trovato l'amore della propria vita, delle somme in denaro pari a circa 30mila euro. La signora, convinta dal truffatore, ha versato la somma di denaro impietosita dal fatto che l'uomo le ha raccontato di avere gravi problemi economici e di salute. 

   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Coronavirus, record di casi nel Vicentino: più di 1000 nuovi contagi in poche ore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento