Benessere

Migliore acqua minerale: la classifica

Analizzate le marche più note e il risultato è sorprendente

Gli italiani vanno pazzi per l'acqua in bottiglia, se ne consumano 252 litri a testa all'anno, siamo primi in Europa, dove la media è di 106 litri, e secondi al mondo dopo il Messico (244 litri). Gambero Rosso ha eseguito un blind test su un campione di 56 acque lisce, effervescenti naturali e non addizionate di gas, acquistate nella grande distribuzione, classificandole per gusto, leggerezza e armonia. 

Migliore acqua minerale liscia

  1. San Bernardo 
  2. Maniva
  3. San Benedetto 
  4. Acqua Viva
  5. Boario
  6. Dolomiti
  7. Fiuggi
  8. Sorgente Flaminia
  9. Cottorella
  10. San Benedetto Ecogreen

C’è una regina indiscussa che ha ottenuto il massimo punteggio in quasi tutti gli aspetti considerati – leggerezza, pulizia, armonia, complessità e piacevolezza – raggiungendo 91 su 100 e posizionandosi in testa alla classifica: è l’acqua minerale naturale San Bernardo del Gruppo Montecristo, con stabilimento a Garessio, in provincia di Cuneo, tra le Alpi Marittime, che la leggenda vuole abbia anche proprietà terapeutiche. Scendendo, si posizionano a pari merito con un punteggio di 67/100 le acque Maniva dell’omonimo gruppo bresciano, la veneta San Benedetto e l’acqua Viva, prodotta dall’umbra S.I.A.Mi. (Società Italiana Acque Minerali). Ottengono un punteggio di 55/100 le acque Boario, del gruppo Ferrarelle, Dolomiti, e la laziale Fiuggi. Chiudono la classifica con 50/100 le acque Sorgente Flaminia, la sabina Cottorella e la San Benedetto Ecogreen, della famiglia Zoppas.

Migliore acqua minerale effervescente naturale

  1. Clavdia
  2. Egeria
  3. Acqua di Nepi
  4. Ferrarelle 
  5. Sangemini
  6. Lete 
  7. Uliveto
  8. Santagata
  9. Grazia
  10. Sorgente Monte Cimone 

Con un punteggio complessivo di 76/100, guadagnano il primo posto due etichette romane: l’acqua Clavdia, il suo nome deriva dall’antica via consolare Clodia; e l’acqua Egeria, che appartiene alla Società Acqua Santa di Roma, con il suo stabilimento immerso nel verde del parco dell’Appia Antica. Seguono la viterbese Acqua di Nepi con 70/100, la campana Ferrarelle con 68/100, l’umbra Sangemini con 63/100, a pari merito la romana Lete e la toscana Uliveto con 62/100, la casertana Santagata con 61/100, l’umbra Grazia con 57/100 e in fondo alla classifica si posiziona l’acqua di Coop – Sorgente Monte Cimone con 50/100.  

NB: Acqua San Pellegrino e Acqua Panna non compaiono volutamente essendo partner del Gambero Rosso in tanti progetti.

IL MERCATO DELLE ACQUE MINERALI

Già 34 annil’acquisto di acqua eguagliava quello del vino. Oggi la forbice è diventata enorme: di vino ne consumiamo solo 40 litri all’anno pro capite, mentre l’amore degli italiani per l’acqua confezionata sembra diventare sempre più smisurato con un consumo di 252 a testa nei 12 mesi.

Ogni anno in Italia vengono confezionati 16 miliardi e mezzo di litri di acqua, di cui quasi 15 destinati al mercato interno, con una crescita dell’8% rispetto al 2022 e un giro di affari di 3 miliardi e 100 milioni di euro, secondo i dati Beverfood. Numeri da capogiro che confermano il primato storico del nostro Paese nel mercato delle acque confezionate: un primato esteso anche all’estero, con il 10% della produzione distribuito in Europa e Stati Uniti, che delle etichette Made in Italy apprezzano le qualità organolettiche e il packaging.

Il Veneto è presente nella classifica delle acque naturali con due etichette, l’acqua San Benedetto, che ha partecipato al test nella sua versione classica e in quella Ecogreen e l’acqua Dolomiti, distribuita da Esselunga.

93837212_788983801927470_710757396032520192_n

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migliore acqua minerale: la classifica
VicenzaToday è in caricamento