Attualità

Volantini "anticaccia" tappezzano la città: "animali annunciano la morte dei cacciatori"

Duro l'intervento dell'assessore regionale Elena Donazzan in merito all'affissione delle epigrafi fake che sono state affisse nel capoluogo berico venerdì notte

Venerdì notte sono comparsi dei volantini a Vicenza a firma "della solita associazione anticaccia  - come li definisce Elena Donazzan, assessore regionale del Veneto e responsabile nazionale lavoro e crisi aziendali di Fratelli d’Italia - che da anni compare solo in occasione della Fiera della Caccia di Vicenza per manifestare il proprio odio verso i cacciatori".

I volantini sono stati realizzati a a mo' di epigrafe che annuncia la cerimonia funebre della stagione venatoria e con essa degli "assassini creapati 41" per la giornata di sabato 8 febbraio, alla Fiera di Vicenza, proprio dove avrà luogo Hit show.

“La Fiera della Caccia è stata voluta e creata da me quando ero assessore all’attività venatoria nel mio primo mandato - aggiunge Donazzan -  è una grande manifestazione che raccoglie migliaia di appassionati, che diventa vetrina per un settore economico di grande rilevanza e di trazione per il Made in Italy, e che ogni anno costringe tutti i visitatori ad un triste spettacolino, condito da insulti e volgarità degli anticaccia inaccettabili”.

“Anche quest’anno non si sono smentiti, festeggiando la morte di alcuni cacciatori incorsi in incidenti di caccia. Trovo tutto questo vergognoso, irrispettoso della morte di quelle persone e del dolore dei loro familiari a cui va invece la mia vicinanza personale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volantini "anticaccia" tappezzano la città: "animali annunciano la morte dei cacciatori"

VicenzaToday è in caricamento