rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Attualità Centro Storico

Cure odontoiatrice ai profughi dall’Ucraina: il progetto

La Cao dell’Ordine dei Medici di Vicenza in collaborazione con Andi ha messo a punto un progetto di assistenza ai profughi di guerra che coinvolge gli odontoiatri del territorio provinciale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VicenzaToday

Più di 60 studi dentistici della provincia di Vicenza erogheranno prestazioni odontoiatriche gratuite a chiunque, in fuga dalla guerra in Ucraina, abbia bisogno di cure.

L’iniziativa di solidarietà nasce su iniziativa congiunta di Cao (Commissione Albo degli Odontoiatri) dell’Ordine dei Medici di Vicenza, e sezione vicentina di Andi (Associazione Nazionale Dentisti Italiani), che raggruppa in provincia oltre il 60% degli 800 dentisti iscritti all’ordine.

“Abbiamo pensato – spiega il presidente della Cao dell’Ordine dei medici di Vicenza, Michele Saggin – di mettere anche la nostra professione al servizio delle migliaia di profughi costretti a lasciare l’Ucraina a causa del conflitto. È nata così una rete di studi dentistici in provincia di Vicenza che presterà a titolo gratuito le cure odontoiatriche più urgenti. Al momento hanno aderito oltre 60 studi, in prevalenza associati ad Andi, ma non solo“.

L’iniziativa è già stata comunicata alla questura di Vicenza affinchè venga inserita nella “rete” solidale delle associazioni che sono attive nell’accoglienza dei profughi nel territorio berico: per informazioni è possibile scrivere a vicenza@andi.it oppure chiamare il numero 348 8722242.

“La risposta dei dentisti vicentini è stata numerosa e veloce - aggiunge Saggin - E’ un’iniziativa doverosa da parte della nostra categoria che deve dare una risposta ad una richiesta di aiuto. Non sappiamo ancora quanti profughi si rivolgeranno ai dentisti vicentini, perché la situazione è ancora molto fluida, ma come ordine dei medici abbiamo già molte segnalazioni di scampati ai bombardamenti che si stanno rivolgendo ai nostri dentisti per le cure più urgenti. In maggior parte sono ospitati da amici già presenti sul nostro territorio da prima del conflitto”.

Nel frattempo, la fondazione Andi Onlus ha attivato un servizio di raccolta fondi tra tutte le province italiane e a supporto del popolo ucraino, che verrà devoluta interamente alle associazioni internazionali operanti all’interno del teatro di guerra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cure odontoiatrice ai profughi dall’Ucraina: il progetto

VicenzaToday è in caricamento