Coronavirus, nessun decesso e un solo nuovo caso: "No ai plexiglass a scuola"

Il governatore del Veneto Luca Zaia ha dato lettura dei dati relativi al contagio da Covid-19. Numeri rincuoranti su tutto il territorio

Continua il trend discendente dei casi di positività al Covid-19 in Veneto. Ad oggi si contano 19.187 casi (+1) rispetto all'ultimo bollettino prodotto da Azienda Zero. I ricoverati sono 319 di cui 15 in Terapia intensiva (un solo positivo. I dimessi sono 3.447. Rimane invariato variato il numero dei decessi 1.955 in totale, di cui 1.401 in ospedale.

BOLLETTINO REGIONALE 08.06 ore 8.00

Il governatore è tornato sulla questione ripresa scolastica ribadendo il suo dissenso nei confronti degli annuniciati plexiglass: "I ragazzi vanno messi in sicurezza - ha dichiarato Zaia - ma noi crediamo che le linee guida debbano essere interpretate nella sostenibilità. Se la soluzione è "andiamo un tanto al chilo per non rischiare", ovvero box, cabine di plexiglas allora dico no. La mia posizione è quella di tenere aperto il dialogo con il governo in maniera costruttiva per formulare nuove linee guida più sostenibili".

Sulla partita il governatore ha annunciato che le Regioni sono pronte a fare fronte comune affinchè vengano riviste le linee guida. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Noi speriamo che la riapertura avvenga dopo le elezioni regionali - ha detto Zaia - d'altro canto però c'è il rischio che gli studenti tornino in classe tra fine settembre e inizio ottobre. Considerato che le lezioni in aula sono bloccate da fine febbraio, 7/8 mesi di stop prima della ripartenza mi sembrano eccessivi. Condivido la protesta e lo sciopero in corso del mondo della scuola. Va riconosciuto il merito a dirigenti e insegnanti per aver messo in piedi la didattica a distanza in una situazione di totale emergenza e alle famiglie degli studenti per essersi adattati al cambiamento. Il Veneto vuole costruire nuove linee guida alternative, mantenere attivo il dialogo in maniera costruttiva e mettere in condizioni insegnanti e studenti di fare scuola in maniera sensata senza tenerli sotto una campana di vetro con misure inapplicabili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dove gustare il miglior gelato: le top gelaterie di Vicenza e provincia

  • Al Palladio aprirà un cinema: il video della nuova sala super lusso

  • A Vicenza la pizza d'oro più costosa d'Italia

  • Anziano pestato in periferia, l'ira di Presidio Vicenza

  • Vasto incendio alla ditta di stoccaggio rifiuti: è il secondo in pochi mesi / VD

  • Breganze, la Polizia locale trova il nascondiglio delle mountain bike rubate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento