Aggressioni al Pronto soccorso, arrivano le guardie armate: progetto sperimentale per 5 mesi

E' l'iniziativa lanciata dal Comune di Arzignano: "Siamo certi che questo provvedimento sarà utile per la sicurezza e la serenità dei pazienti che devono recarsi nell’ospedale cittadino”, spiega il sindaco Alessia Bevilacqua

Lo scorso 24 settembre l’Amministrazione comunale di Arzignano, su un’idea congiunta del consigliere Giorgio Gentilin e dell’assessore alla Sicurezza Enrico Marcigaglia, ha presentato una mozione urgente nel corso del Consiglio comunale, con la quale chiedeva all’Ulss 8 Berica maggiore sicurezza nel plesso ospedaliero di Arzignano “Cazzavillan”, dopo un episodio di violenza verificatosi al pronto soccorso e balzato agli onori delle cronache. In tempi rapidi l’Ulss 8 ha risposto alla mozione determinando di attivare in via sperimentale per 5 mesi un servizio di vigilanza armata fissa presso il Pronto soccorso dell'ospedale cittadino.

“Di fronte all’ultimo episodio deciso di intervenire subito chiedendo un servizio armato di vigilanza. E’ fondamentale
che a pazienti, medici e personale volontario sia garantita la massima tutela nelle fasce orarie ritenute più critiche”

“La cronaca di questi giorni ci riporta a episodi di violenza e intemperanza di pazienti nei Pronto soccorso” dichiara Giovanni Pavesi, direttore generale dell’Azienda ULSS 8 Berica. “Sono episodi intollerabili – continua - che mettono a rischio l’incolumità degli astanti e dei nostri operatori, medici, infermieri, operatori sanitari. Per questi motivi abbiamo accolto in maniera positiva la proposta che ci è pervenuta dall’Amministrazione comunale di Arzignano di potenziare il servizio di vigilanza dell’Ospedale Cazzavillan con degli operatori che saranno presenti nelle ore più critiche nell’area del Pronto soccorso, con ruoli di deterrenza e intervento. Gli ospedali sono luoghi di cura e guarigione, non di certo luoghi di violenza”.

Il servizio sarà svolto 7 gorni su 7 dalle ore 18.45 alle ore 02.00 e sarà svolto dalla ditta Rangers Vigilanza. "Al termine del periodo di sperimentazione - fa sapere il Comune - verranno effettuate le opportune verifiche in merito agli esiti dell'iniziativa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO|Inferno di fuoco all'alba: colonna di fumo visibile per chilometri

  • La classifica delle migliori scuole d'Italia: scopri le vicentine

  • Allerta meteo, occhi puntati sul Bacchiglione: piena prevista per mezzanotte

  • Minore va in crisi al reparto psichiatrico: i sanitari non riescono a calmarlo e chiamano i carabinieri 

  • Volo di 5 metri dal capannone: gravissimo operaio

  • Contributi fino a 1000 euro per trasformare l'auto in Gpl o metano

Torna su
VicenzaToday è in caricamento