rotate-mobile
social Montecchio Maggiore

Dai lettori, la Curva Ciemme senza squadra: crowdfunding per il "Bellaguardia"

Dieci anni di passione, tifo, e calcio di terza categoria non possono finire per una mera questione economica, per questo dopo un anno da "randagi" i ragazzi della Curva Ciemme cercano sponsor e sostenitori per resuscitare il Bellaguardia

L'amore per la propria squadra è qualcosa di viscerale, che spinge al sacrificio, a mettersi in gioco anche in prima persona, poco importa se bandiere e striscioni vengono sollevati con orgoglio attorno a scalcinati campi di periferia, per osannare giocatori poco illuminati dagli dei del pallone. Lo sanno bene i tifosi della curva Ciemme, disposti a raccogliere fondi per riportare sul rettangolo di gioco il Bellaguardia, squadra di Montecchio che fino all'anno scorso militava in Terza categoria. Dopo dieci anni di passione, il de profundis: senza più soldi la società sportiva ha dovuto rinunciare  all'iscrizione al campionato. Da allora la Curva Ciemme, un gruppo di accaniti supporters, è rimasta senza casa, ma la stagione 2016/17 potrebbe essere quella del grande ritorno: con una lettera ed una serie di inizative, la tifoseria ha dato vita ad una campagna di Crowdfounding far tornare in campo i giallo neri. 

"Dieci anni fa le squadre dilettantistiche del nostro paese richiamavano solo familiari ed amici stretti e le uniche voci che si sentivano dagli spalti erano quelle di esultanza ai gol.- scrivono i supporters rimasti orfani- In quel periodo nacque una nuova squadra, il Bellaguardia, che presto si impose come la prima formazione di Terza Categoria vicentina seguita da un numero sempre crescente di tifosi organizzati: la Curva Ciemme. Pioggia, neve, nebbia o sole cocente non hanno mai fermato i ragazzi nella loro passione. Spesso e volentieri c'erano più persone sugli spalti che in campo, a sottolineare quanto la squadra fosse amata. Bambini, signore anziane, appassionati del pallone e persino i tifosi avversari amavano sostare nei pressi del settore riservato alla Curva Ciemme per ascoltare i cori goliardici, fotografare le numerose "fumogenate", fare i complimenti per il supporto anche in caso di sonore sconfitte - caso non raro per inciso!

Quella squadra non esiste più da un anno, e la Curva Ciemme è rimasta senza una casa, vagabondando di volta in volta nei campi di altre squadre, per far vedere che non è mai morta. La Curva Ciemme però non si è arresa, e ha lanciato una campagna di crowdfunding per sensibilizzare le persone allo sport dilettantistico, al fine di raccogliere i fondi necessari per far rinascere la squadra amata nella stagione 2016/2017. Il progetto è sostenuto da diverse cooperative ed associazioni locali, le quali saranno attivamente inserite nell'organizzazione della società sportiva, perché noi ragazzi della Curva Ciemme pensiamo che di fronte ad un campo da calcio siamo tutti uguali, a prescindere da chi vuol farci percepire come differenti. Il crowdfunding sarà attivo a partire da mercoledì 8 Giugno e durerà fino al 18n luglio sul portale Eppela, e ad ogni persona che ci aiuterà doneremo del materiale ufficiale della Curva Ciemme."

Campagna Eppela:
www.eppela.com/it/projects/8446-riporta-in-campo-il-bellaguardia-con-la-curva-ciemme
Facebook: www.facebook.com/curvaciemmecrowdfunding/
Twitter: twitter.com/CMCrowdfunding?lang=it

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dai lettori, la Curva Ciemme senza squadra: crowdfunding per il "Bellaguardia"

VicenzaToday è in caricamento