rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Politica Schio / Via Pio X, 21

Sanità dell'Alto vicentino: no a polemiche strumentali e "carogna"

Indipendentemente dalla fondatezza o meno della pioggia di critiche che stanno accompagnando la nascita del Nuovo ospedale di Santorso noi del Gruppo consiliare del PDL di Schio pensiamo che - viste le tante difficoltà oggettive che dovremo affrontare come amministratori e i disagi a carico dei cittadini - nei prossimi mesi la parola d'ordine debba essere una e una sola: responsabilità.- così esordisce Alberto Bressan capogruppo PDL in Consiglio comunale a Schio

La nostra posizione e le nostre iniziative saranno rivolte a sostenere e, se necessario, stimolare l'azione dei sindaci dell'Ulss 4 che dovranno non solo essere, ma anche apparire all'esterno come uniti e coesi per affrontare le problematiche: sanitarie, logistiche, finanziarie, viabilistiche che verranno avanti.

Prendiamo già da subito le distanze da qualsiasi amministratore o politico che - sfruttando questo momento delicato per la sanità dell'alto vicentino - vorrà screditare un sindaco piuttosto che un altro, un politico piuttosto che un altro. Fare questo è da irresponsabili e noi del gruppo consiliare del PDL saremo chiari ed espliciti nel condannare una eventuale resa dei conti fra politici e amministratori sulla pelle dei cittadini e dei malati.

Non ci nascondiamo che sarà un percorso in salita - continua Alberto Bressan - e che le rate del project finanzing cominceranno a "mordere", che la riorganizzazione dei servizi sul territorio deve partire da subito, che il De Lellis non deve subire - come sta già accadendo - una fase prolungata di "abbandono" e quindi di degrado con possibili furti e atti vandalici, che il problema del pagamento dei parcheggi, anche se il primo di una serie che verranno avanti, deve trovare una soluzione equa per tutti.

Ma, lo ripetiamo, a questi e ad altri problemi non si fa fronte ognuno sparando la propria soluzione condendola con accuse personali, ma solo con una fattiva collaborazione fra sindaci e responsabili dell'Ulss 4 attraverso un dialogo costante e produttivo con la Regione Veneto.

Tutti devono capire che sulla sanità e sulla pelle dei cittadini bisognosi di cure è da "irresponsabili" cercare di lucrare consenso, cercare di costruire sul "dolore" dei cittadini un proprio personale tesoretto di voti è moralmente ed eticamente indecente.

Siamo convinti che questo tema - conclude Alberto Bressan - costituirà un banco di prova per tutta la classe dirigente dell'Alto vicentino e ne misurerà l'adeguatezza e la serietà nel mettere da parte il proprio tornaconto personale, per guardare all'interesse generale e chi giocherà al "tanto peggio tanto meglio" se ne assumerà la responsabilità.

L'assemblea dei sindaci dell'Ulss 4 faccia al meglio la propria parte con decisioni condivise e trasparenti e se sarà così - e non dubito che sarà così - avrà dai consiglieri del PDL di Schio un atteggiamento - anche avanzando proposte - convinto e leale.

Schio, 15 aprile 2012

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità dell'Alto vicentino: no a polemiche strumentali e "carogna"

VicenzaToday è in caricamento