rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Politica Bassano del Grappa

Il ministro tira le orecchie a Donazzan, il Pd: "Ora si scusi"

A proposito della circolare "post Charlie Hebdo", il sottosegretario ha risposto alla senatrice Puppato che "é stata un'esternazione personale non compresa nei compiti che istituzionalmente riguardano i rapporti tra scuole e Regioni"

"A distanza di qualche settimana dalla ormai tristemente famosa circolare ai dirigenti scolastici, il giorno dopo dell'attentato di Parigi al giornale Charlie Hebdo, il sottosegretario all'Istruzione Toccafondi fa luce su un punto che ai più era passato inosservato: l'assessore Donazzan era in " sé " quando l'ha mandata? Cioè era nel suo ruolo istituzionale?" riferisce Karen Ponzo, responsabile scuola e cultura del Pd vicentino. 


Il sottosegretario dichiara, nell'aula del Senato, in risposta all'interrogazione urgente della Senatrice Laura Puppato, che la circolare " é stata un'esternazione personale non compresa nei compiti che istituzionalmente riguardano i rapporti tra scuole e Regioni" . "L'assessore quindi avrebbe utilizzato un mezzo pubblico, la mail della Regione, per diffondere un messaggio che promuoveva intolleranza, tensione e divisione nella società per un suo scopo personale - prosegue Ponzo - Quello che ci chiediamo, ora, è se chiederà scusa a tutti i dirigenti e tutti i docenti, a tutte le famiglie e a tutti gli studenti che ha strumentalizzato per fini propri in una occasione così drammatica come quella dell'attentato di Parigi. Credo che la politica abbia ancora una sua dignità e una etica da rispettare e i cittadini dovrebbero iniziare a scegliere anche sulla base del rispetto che si ha di loro anche in queste occasioni".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ministro tira le orecchie a Donazzan, il Pd: "Ora si scusi"

VicenzaToday è in caricamento