Tenta il furto al Pam: 25enne fermato dall'investigatrice privata

Il giovane ha tentato di passare le casse automatiche del supermercato con indumenti rubati e pagando solo una bottiglietta d'acqua. Non sapeva che la professionista lo teneva d'occhio

Il Pam in viale Trento a Vicenza

Il furto gli è andato male. Ad attenderlo, dopo aver pagato alle casse automatiche una bottiglietta d'acqua, c'era un'investigatrice privata pagata dal supermercato per migliorare il sistema di sorveglianza. E così M.I., pregiudicato rumeno di 25 anni senza fissa dimora, è stato "beccato" mentre tentava di portare fuori dal Pam di viale Trento a Vicenza, senza pagare, indumenti intimi e un paio di scarpe da ginnastica per un valore totale di 60 euro. 

L'episodio è accaduto nella giornata di domenica verso le 17. Dopo essere stato fermato dall'investigatrice, che ha chiamato la polizia, il giovane è stato denunciato per tentato furto, aggravato dal fatto che aveva asportato i dispositivi anti-taccheggio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roberto Baggio parla per la prima volta della moglie: "Per lei non facile"

  • Coronavirus, Vicenza maglia nera come numero di positivi

  • Esce di strada con l'auto e muore sul colpo: aveva solo 25 anni

  • La terra di scavo si ribalta, 32enne schiacciato dal mezzo: vani i tentativi di rianimazione

  • Coronavirus, record di casi nel Vicentino: più di 1000 nuovi contagi in poche ore

  • Va a cercare parcheggio ma non fa più ritorno, famiglia in allarme: ritrovato dalla Polizia locale

Torna su
VicenzaToday è in caricamento