Vicenza, rapina a mano armata: l'adescatrice romena torna in carcere

I carabinieri sono intervenuti all'alba di giovedì mattina all'ex hotel Europa, in viale San Lazzaro. In manette è finita la famigerata M.B.

L'ex hotel Europa, ricettacolo di sbandati

Durante le prime ore del mattino, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vicenza hanno stretto le manette ai polsi di M.B., rumena, classe ’89.

La donna, nota alla cronaca locale per i numerosi reati commessi nel capoluogo berico in danno di suoi “clienti”, con il concorso di connazionali, è stata rintracciata dai carabinieri alle 7.00 all’interno dell’ex hotel Europa di viale San Lazzaro.

Poche ore prima la donna, con la complicità di altri 4 uomini, in atto in fase di identificazione, proprio nelle adiacenze dell’ex hotel Europa, aveva adescato un uomo con la promessa di un rapporto sessuale salvo poi rapinarlo dei 400 euro che il malcapitato aveva con sé, sotto la minaccia di un coltello poi rinvenuto dai militari dell’Arma. La donna è ristretta all’interno del carcere di Verona in attesa dell’udienza di convalida del fermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attenzione anche a Vicenza: come si riconosce il virus cinese

  • Il cane defeca per strada, anziano raccoglie la cacca e la spalma in faccia a un ragazzino

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto: «Pronti a misure drastiche»

  • Dimentica l'auto accesa al parcheggio per un’ora e va a lavorare: arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, monta la paura: Regione attiva cordone sanitario, altri 7 tamponi positivi

  • Coronavirus: sei tamponi nel Vicentino, San Bortolo sommerso dalle telefonate

Torna su
VicenzaToday è in caricamento