rotate-mobile
Cronaca

Vicenza, la strada non è chiusa ma c'è il cartello: i negozianti chiedono i danni

Per la quarta estate corso Padova torna sotto i ferri: la pazienza dei negozianti è finita. A far traboccare il vaso un cartello sbagliato. Il Comune è sotto attacco: pronta la richiesta dei danni

La pazienza sembra essere finita. I negozianti di corso Padova si preparano a chiedere i danni al Comune  di Vicenza dopo la quarta estate di lavori.  La rabbia dei commercianti si concentra in particolare su di un cartello, posizionato in via Quadri, che avverte: "Attenzione, Corso Padova chiuso." Il problema è che non è vero, non del tuttp almeno. 

Come riportato da il Giornale d Vicenza, la strada è percorribile in auto da ponte degli Angeli a strada Margherita (su cui si deve svoltare),  e dall'incrocio con via Quadri a via Salvi.  In pratica i lavori stanno coinvolgendo solo poco più di cento metri della strada lunga circa un km. 

Calcolatrice alla mano, il mancato passaggio delle auto, quindi di clienti, sta costando non poco alle attività commerciali. Un danno che dopo essere stato quantificato potrebbe venir chiesto indietro all'Amministrazione. 

Il manto stradale di corso Padova, prima dei lavori, era fortemente danneggiato. Nessuno tra i negozianti mette in dubbio l'utilità del cantiere. Tuttavia dopo quattro estati di lavori e riasfaltature, i commercianti cercano un ritorno economico. Un anno fa l'Amministrazione concesse un certificato di calamità ai negozianti della zona che hanno così potuto giustificare all'Agenzia delle entrate le incongruenze di guadagno sulle previsioni". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza, la strada non è chiusa ma c'è il cartello: i negozianti chiedono i danni

VicenzaToday è in caricamento