Rapine e estorsioni a studenti: in comunità due 16enni

I minorenni agivano sempre con lo stesso metodo: richieste di denaro in cambio dello smartphone sottratto e minacce di botte. Sono ben 11 i colpi messi a segno dai baby-delinquenti

Rapinavano i loro coetanei con due modus operandi ben precisi. In un caso, con un pretesto, si facevano dare lo smartphone dalla vittima di turno per poi pretendere dei soldi per restituirlo; in altre situazioni, invece, passavao alle minacce di botte se il malcapitato non sborsava delle somme di denaro. Protagonisti due 16enni thienesi - di origine magrebina - che nel giro di un mese hanno compiuto ben 11 rapine. 

Dopo varie segnalazioni i carabinieri di Thiene sono intervenuti per interrompere le azioni dei due giovanissimi delinquenti che nei giorni scorsi sono stati priam oggetto di un'ordinanza di custodia cautelare da parte della  Procura dei Minori di Venezia e poi accompagnati in due comunità di recupero - una in Veneto e l'altra fuori regione - dagli stessi militari che sono andati a prelevarli a casa.

Le rapine si sarebbero svolte nel centro storico della città Thiene e in particolare al Parco del Donatore e nel piazzale del “Bosco”. Il primo a denunciare il comportamento dei minorenni è stato uno studente che lo scorso 21 settembre ha riferito ai militari di essere stato vittima di  un'estorsione di 20 euro con la tecnica del telefonino in prestito. 

Dopo alte segnalazioni i carabinieri comandati dal capitano Davide Rossetti hanno avviato le indagini che hanno portato all'identificazione dei due minorenni e a formulare l'accusa di rapina in 11 episodi riscontrati e di tentata estorsione in un'altro caso. I giovani delinquenti, incensurati ma già conosciuti dalle forze dell'ordine, frequentavano istituti scolastici del thienese. A quanto riferiscono i carabinieri le famiglie, all'oscuro dell'attività dei rispettivi figli, sono rimasti sconcertati nell'apprendere della loro attività criminosa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Coronavirus, record di casi nel Vicentino: più di 1000 nuovi contagi in poche ore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento