menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto la vittima, Angela Vignaga

In foto la vittima, Angela Vignaga

Ragazza travolta ed uccisa da un'auto a pochi metri da casa: arrestato il pirata

Le indagini condotte dai carabinieri hanno portato al fermo di un 54enne, individuato grazie ai filmati delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona dell'incidente e il controllo delle immagini del Targa System installato nel Comune

Un carrozziere 54enne della zona è stato sottoposto fermo di indiziato di delitto per omicidio stradale e omissione di soccorso in quanto ritenuto responsabile dell'incidente che è costato la morte ad Angela Vignaga, la 15enne travolta ed uccisa a pochi metri da casa nella serata di domenica, ad Arzignano.

Dopo due giorni di serrate attività di indagine i carabinieri hanno identificato il presunto responsabile dell’omicidio stradale. Con l’ausilio dei militari della tenenza di Montecchio e della stazione di Arzignano, i carabinieri del Nucleo investigativo di Vicenza e del Nucleo operativo della Compagnia di Valdagno, dopo un attento esame delle immagini del sistema di videosorveglianza comunale, effettuato grazie alla collaborazione offerta dal personale della Polizia Llocale di Arzignano, nonché di una serie di telecamere private presenti nell’area dell'incidenet, confortati da alcuni frammenti dell’auto rinvenuti e repertati nel corso dei rilievi, sono riusciti ad isolare la tipologia del mezzo utilizzato dall'investitore.

Una consistente e scrupolosa attività di riscontro degli ulteriori elementi via via acquisiti ha quindi consentito ai carabinieri operanti, dopo aver verificato ed escluso alcune piste che sembravano apparentemente interessanti, di arrivare al presunto responsabile del fatto, il 54enne, nei cui confronti sono stati collezionati numerosi e concordanti indizi di responsabilità. L’uomo, condotto in caserma a Vicenza, ha sostanzialmente ammesso le proprie responsabilità, sostenendo però di non ricordare i particolari dell’episodio, di cui avrebbe avuto piena coscienza solo la mattina seguente leggendo i giornali.

Alla luce degli elementi acquisiti i carabinieri del Nucleo investigativo e del Nucleo operativo della Compagnia di Valdagno hanno quindi proceduto a sottoporre l’uomo a fermo di indiziato di delitto e, su indicazione del sostituto procuratore, la dottoressa Brunino, che coordina le indagini, condurlo in carcere, dove è stato trattenuto in attesa dell’udienza di convalida.

L’autovettura, una Fiat Panda, della quale l’arrestato aveva già provveduto a sistemarne i danni conseguenti l’impatto con la vittima, è stata sequestrata per ulteriori e più approfonditi esami.

"Pur nella triste consapevolezza che niente potrà ridare la vita alla giovane Angela, era un nostro preciso obbligo morale assicurare il colpevole alla giustizia - queste le parole del sindaco di Arzignano Alessia Bevilacqua - Per questo ringrazio Polizia locale e carabinieri che per 48 ore senza tregua hanno svolto un difficile lavoro di indagine e ricostruzione grazie alla collaborazione dei nostri cittadini e alle tecnologie di controllo che perimetrano Arzignano". 

È stata inoltre fissata la data del funerale che sarà venerdì alle ore 10 nella Chiesa arcipretale di Castello in Arzignano. Stretti nel dolore la mamma Luisa, il papà Diego ed i fratelli Emma e Giovanni. Nel frattempo, i gruppi Sagra di Castello di Arzignano e Noi Castello-Oratorio Zamperetti con la parrocchia hanno organizzato una fiaccolata per ricordare Angela.

L'appuntamento è per mercoledì, alle 20.30, con ritrovo al parco A. Giuggiolo di via Pozzetti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ci sarà una super luna rosa ad aprile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento