rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Noventa Vicentina

Il Giubileo della mistericordia perdona l'aborto

I missionari della Misericordia, inviati speciali che Papa Francesco invierà nelle diocesi in occasione del Giubileo straordinario dedicato alla Misericordia potrebbero anche assolvere, ovviamente dietro pentimento, gravi peccati come l'aborto

La posizione della Chiesa in fatto di aborto è risaputa, chi lo commette viene punito perché reo di un delitto contro la vita e la libertà umana. Questo non si ripercuote solo sui credenti, ma anche su chi deve avere a che fare con medici obiettori. 

LA PILLOLA DEL GIORNO DOPO NEGATA

Questo fino alla bolla d’indizione dell’anno giubilare “Misericordiae vulnus” nella quale Papa Francesco ha comunicato che nelle diocesi ci sarà la presenza di sacerdoti, umili e semplici, cui dare l’autorità di perdonare anche i peccati fin’ora riservati alla Sede Apostolica. I “missionari della misericordia”, come riportato da Monsignor Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la nuova Evangelizzazione, ha voluto sottolineare che tra le facoltà di perdono ci sarà anche l’aborto, a tutte le condizioni, a patto che ci sia il reale pentimento della donna nell’aver commesso il fatto, perdono elargito anche ai medici, gli operatori sanitari o amici che lo richiederanno per aver collaborato o procurato l’aborto.

Una rivoluzione che vede sempre più protagonista questo Papa che pare si nutri degli animi della gente, ne tolleri le azioni, senza giudicare. Il vecchio pulpito pressoché traballante ed evidentemente troppo lontano dal sentire comune verrà quindi demolito per lasciar spazio alla condivisione, alla comprensione e all’empatia, armi necessarie alla Chiesa di Papa Francesco se il suo intento è quello di rinvigorire la passione per Cristo. Una chiesa che si svecchia non nel rito che resta immutato e necessario, ma nelle virtù come la tolleranza e l’indulgenza fuggendo fin che gli sarà consentito dalle sale vaticane dove nel silenzio si celano le fiere dantesche. Si attendono i riscontri da questa decisione che suona come una rivoluzione riformista evangelica, tanto agognata dai fedeli quanto combattuta dai tradizionalisti conservatori, comunque sempre figli di Dio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Giubileo della mistericordia perdona l'aborto

VicenzaToday è in caricamento