rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Cronaca Grisignano di Zocco

Grisignano, solidarietà per Amatrice: consegnati 11.400 euro pro terremotati

"Quanto raccolto dalla nostra comunità - spiega il sindaco Renzo Lotto vuole rappresentare un "seme di speranza" per la comunità devastata dal sisma, nella convinzione e nell'augurio che presto possa ritornare alla normalità"

La delegazione grisignanese, guidata dal sindaco Renzo Lotto, domenica è partita alle 4 di mattina per raggiungere il comunedi Amatrice devastato dal terremoto, portando quanto raccolto in occasione dell’ultima Fiera del Soco da alcune associazioni del territorio (gruppo volontariato parrocchiale di Grisignano, Polisportiva, gruppo Insieme di Barbano), anche attraverso eventi “ad hoc”.

A queste donazioni si sono aggiunti i contributi stanziati dal Comune e dall’Antica Fiera del Soco srl: complessivamente 11.400 euro consegnati direttamente nelle mani del sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi.

"È stato un viaggio lungo e stancante, visto che siamo partiti e rientrati in un’unica giornata, ma un’esperienza umanamente fortissima per il calore, la determinazione e la dignità dimostrata dagli amatriciani  - racconta il sindaco Renzo Lotto -. Quanto raccolto dalla nostra comunità, magari piccola per numero di abitanti ma sempre grande nello spirito di solidarietà e di aiuto reciproco che è la nostra forza, vuole rappresentare un “seme di speranza” per la comunità di Amatrice, nella convinzione e nell’augurio che presto possa ritornare alla normalità".

A questo scopo, il sindaco di Grisignano ha consegnato al suo omologo amatriciano anche la lettera di un’azienda di Villafranca Padovana specializzata nella realizzazione di elementi architettonici alleggeriti per le facciate degli edifici, che ha dato la sua disponibilità a contribuire al ripristino di alcuni palazzi pubblici danneggiati fornendo gratuitamente cornici di propria produzione per un valore di 5mila euro.

"Nel ringraziarci, il sindaco Pirozzi ci ha dato anche un arrivederci – riferisce Lotto – perché conta di poterci offrire un’ottima pasta all’amatriciana “doc” proprio nel suo Comune per la prossima Pasqua, quando si augura possano riaprire alcuni ristoranti e attività commerciali. Noi saremmo davvero felici di poter festeggiare con loro questo momento di rinascita".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grisignano, solidarietà per Amatrice: consegnati 11.400 euro pro terremotati

VicenzaToday è in caricamento