Ferrovieri, la passerella resta a aperta ma con più sicurezza

Verranno installate due telecamere fisse collegate alla centrale della polizia locale e alla questura, potenziata l’illuminazione notturna, curata di più la pulizia del passaggio e aumenteranno i controlli serali

La protesta degli abitanti del quartiere

Niente cancelli notturni sulla passerella tra i Ferrovieri e San Lazzaro, ma due telecamere, più illuminazione, più controlli della polizia locale e più pulizia. Lo hanno deciso, insieme, l’assessore alla sicurezza Antonio Dalla Pozza e i residenti di via Vaccari e di via D’Annunzio. Erano stati questi ultimi, esasperati dalla presenza notturna di balordi, a chiedere al Comune di intervenire vietando, di notte, l’accesso al cavalcaferrovia pedonale.

Gli abitanti della zona di via Vaccari, però, si erano detti fortemente perplessi rispetto alla soluzione dei cancelli notturni perché avrebbe impedito ai cittadini dei Ferrovieri il collegamento al centro da viale Milano. Di qui la decisione dell’assessore Dalla Pozza di convocare un incontro per valutare con tutti la problematica. “Ci siamo incontrati il 12 luglio nella sede della circoscrizione 7 – racconta l’assessore - , assieme a me c’era anche il consigliere comunale Raffaele Colombara. Due ore di costruttiva discussione hanno portato ad una decisione condivisa: utilizzare i 5 mila euro già stanziati per i cancelli notturni per installare due telecamere fisse collegate alla centrale della polizia locale e alla questura, potenziare l’illuminazione notturna, curare di più la pulizia del passaggio, aumentare i controlli serali, installare cartelli in italiano e straniero per invitare al rispetto della quiete. A fine ottobre ci ritroveremo per una verifica: se queste misure saranno risultate efficaci, l’ipotesi cancelli notturni tramonterà definitivamente, altrimenti potrà essere ripresa in considerazione”.

La polizia locale ha già iniziato da questa settimana i controlli in zona, con le pattuglie in auto in servizio serale che operano nell'area "calda" tra corso San Felice e viale San Lazzaro. Nel corso dell’incontro i cittadini hanno chiesto all’amministrazione anche una riqualificazione totale della passerella: “Per questo intervento – spiega Dalla Pozza - servirebbero dai 50 ai 70 mila euro che oggi non ci sono. Ne riparleremo sicuramente quando avremo il quadro dei risparmi ottenuti dai ribassi d’asta sui lavori attualmente in corso in città, ma la giunta comunale oggi ha comunque preso atto che l'opera è una priorità per i due quartieri interessati”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal 1 giugno l'obbligo di mascherina all'aperto non c'è più

  • Eclissi: in arrivo lo spettacolo della 'Luna delle Fragole'

  • Runner sale sulla cresta, scivola e fa un volo di un centinaio di metri: muore 37enne

  • Schianto tra moto sul Grappa: padre e figlia perdono la vita

  • Le norme per viaggiare in auto ancora in vigore: multe e numero di passeggeri

  • Coronavirus, stop mascherine all'aperto: nuova ordinanza di Zaia

Torna su
VicenzaToday è in caricamento