Discarica fai da te da 400 metri cubi a fianco della ditta

I carabinieri del NOE hanno denunciato un imprenditore di Sandrigo per gestione illecita dei rifiuti

12 cassoni scarrabili, colmi complessivamente di oltre 400 metri cubi di rifiuti di vario genere – apparecchiature elettriche ed elettroniche, carta, cartone e rifiuti plastici – sono stati sequestrati dai carabinieri del nucleo operativo ecologico di treviso all’esito di un controllo operato a carico di una ditta di Sandrigo.

I militari hanno rinvenuto i cassoni, etichettati con il logo di denominazione dell’impresa, in un’area prospicente l’impianto della ditta. Gli accertamenti dei carabinieri hanno quindi verificato che l’attività di stoccaggio era esercitata senza alcun titolo autorizzativo, che doveva essere invece essere emesso dalla Provincia.

Il gip del tribunale di Vicenza, accogliendo quindi la richiesta della procura che ha avvalorato l’azione dei Noe, ha emesso nei confronti della ditta apposito decreto di sequestro preventivo dei cassoni. Il legale rappresentante della societa’, un 70enne imprenditore di Schiavon, è stato denunciato all’a.g. per il reato di gestione illecita di rifiuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roberto Baggio parla per la prima volta della moglie: "Per lei non facile"

  • Esce di strada con l'auto e muore sul colpo: aveva solo 25 anni

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • La terra di scavo si ribalta, 32enne schiacciato dal mezzo: vani i tentativi di rianimazione

  • Coronavirus, record di casi nel Vicentino: più di 1000 nuovi contagi in poche ore

  • Foliage: ecco i luoghi più belli dove ammirarlo nel vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento