rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Cronaca Bassano del Grappa

Bassano, finto avvocato truffa 83enne: colto sul fatto e arrestato

Maurizio Savarese, si è presentato dalla signora chiedendo 6000 euro "per non fare finire in galera i figli". L'anziana gli ha consegnato una collana d'oro e il truffatore è fuggito ma è stato rintracciato dai carabinieri

Altra truffa ai danni di anziani. Ma questa volta il colpo non è riuscito al malvivente, che è stato arrestato dagli uomini della compagnia carabinieri di Bassano del Grappa. Giovedì mattina una signora del ’35 di Cassola ha ricevuto una telefonata di un sedicente appartenente alle Forze dell’Ordine, il quale le ha rappresentato un grave sinistro stradale con responsabilità dei suoi figli, per cui servono 6000 euro per non farli finire in galera” soggiungendo poi che “un avvocato sta per passare a ritirare i soldi”. La signora ha ricevuto quindi la visita di un personaggio dal marcato accento campano, identificato poi come il napoletano 44enne Maurizio Savarese, che le ha chiesto il denaro. Non avendo contanti la signora ha consegnato al presunto “avvocato” una collana d’oro, chiedendogli poi una ricevuta di consegna.

La richiesta ha messo in difficoltà il truffatore che si è dato alla fuga con la collana, mentre la signora ha capito di essere appena stata raggirata. Un figlio della donna ha chiamato quindi immediatamente il 112 fornendo una descrizione approssimativa dell’uomo, sufficiente perché una pattuglia della stazione di Romano d’Ezzelino potesse intercettasse Savarese dopo pochissimi minuti presso la stazione ferroviaria di Cassola. Il truffatore ha tentato di disfarsi della collana d’oro e di dare giustificazioni della sua presenza in zona, senza però convincere i militari dell’Arma. I carabinieri hanno quindi esaminato i filmati della stazione ferroviaria, trovando il punto in cui Savarese ha gettato la collana che è stata recuperata e restituita all'anziana. L'uomo è stato arrestato per truffa pluriaggravata ed portato al San Pio X n attesa di udienza di convalida.]

L'APPELLO: SE RICONOSCETE SAVARESE RIVOLGETEVI AI CARABINIERI

I carabinieri invitano  tutte le vittime di reati simili a visionare la foto del soggetto, rivolgendosi al più vicino Comando dell’Arma per sporgere denuncia qualora riconosciuto. L’appello rimane sempre lo stesso: 

“Nessun appartenente alle Forze dell’Ordine o altro ente può chiedere denaro contante o altri beni per qualunque motivo. Non fate entrare sconosciuti in casa ed in ogni caso di dubbio chiamate tempestivamente i numeri di emergenza per richiedere aiuto presso il vostro domicilio.”

SAVARESE ok-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bassano, finto avvocato truffa 83enne: colto sul fatto e arrestato

VicenzaToday è in caricamento