menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento dell'aggressione

Un momento dell'aggressione

Raptus davanti alle Poste: aggredisce 5 persone e viene arrestato

Protagonista un giovane che ha dato in escandescenze prendendo a calci e pugni i passanti e un agente della polizia locale

Scene di follia davanti all'ufficio postale di Asiago. Un 29enne residente ad Asiago, già conosciuto alle forze dell'ordine, mercoledì mattina ha dato in escandescenze in piazza prendendosela prima con chi era in fila davanti alle Poste e poi anche con gli agenti intervenuti per ricondurlo alla calma. Il bilancio è di cinque persone ferite. Il giovane è stato arrestato e sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio all'ospedale di Bassano. 

Il 29enne è arrivato in piazza da via Scajaro inveendo contro i passanti e urlando oscenità. Quando sono arrivati i primi due agenti della polizia locale l'uomo se l'è presa con loro, assestando un pugno in faccia a un'agente donna ( che è stata portata in ospedale con 15 giorni di prognosi) e un calcio al basso ventre al collega (5 giorni di prognosi). A  un certo punto il giovane ha poi colpito con calci e sberle un uomo e una signora che ha riportato una frattura al naso sotto agli occhi sbigottiti dei numerosi presenti. Dopo aver mostrato i genitali, il ragazzo ha lanciato la sua giacca sopra il cofano di un'auto in sosta e ha brandito un ombrello inoltrandosi lungo corso 4 novembre. 

Sul posto sono intervenuti finanzieri e carabinieri forestali. I sei, dopo non poche difficoltà (nel tafferuglio è rimasto ferito anche un carabiniere) sono riusciti a immobilizzare l'asiaghese che è stato portato da un'ambulanza del Suem  in ospedale a Bassano e ricoverato nel reparto di psichiatria. Per lui è scattata la denuncia con l'accusa di aggressione e resistenza a pubblico ufficiale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lotto, raffica di vincite con la stessa combinazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento