rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca Roana / Via Roana di Sopra

Roana, una finta bomba davanti agli alloggi per i profughi

L'ordigno è stato rinvenuto questa mattina, davanti alla struttura destinata all'accoglienza. Sul posto i carabinieri di Thiene e la Digos del capoluogo. Non conteneva materiale esplosivo

Trovato un ordigno rudimentale all'ingresso dell'ex istituto elioterapico a Mezzaselva di Roana, sull'Altopiano di Asiago dove arriveranno circa 250 profughi libici. Un triste messaggio di "benvenuto" fatto di gomma e carta con led ad intermittenza e fili collegati al cancello. Gli artificieri hanno rilevato che non conteneva materiale esplosivo

La struttura, di proprietà della Regione, accoglierà, secondo quando annunciato dalla Prefettura di Vicenza, profughi dalla Libia che attualmente si trovano al centro regionale di Prima accoglienza a Verona. Sul posto i carabinieri della compagnia di Thiene (Vicenza) e gli uomini della Digos di Vicenza.
 

 Ieri una riunione dei sindaci della zona si era conclusa con la richiesta, da parte dei primi cittadini, di un presidio permanente delle forze dell'ordine a supporto dell'esiguo numero di quelle presenti ora sul territorio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roana, una finta bomba davanti agli alloggi per i profughi

VicenzaToday è in caricamento