rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Attualità Grumolo delle Abbadesse

Ex soccorritore Suem rischia di soffocare: lo salva la figlia con la manovra di Heimlich

"Se non era per te forse non sarei qua a raccontarlo"

Un pranzo tra parenti ha rischiato di finire in tragedia. Protagonista della disavventura finita a lieto fine è Antonio Arcolin, un ex soccorritore del Suem di Vicenza che ha rischiato di morire soffocato. A salvarlo la figlia Valentina, seduta al tavolo con la famiglia, che vedendo il padre soffocare a causa di un boccone di carne andatogli di traverso, gli ha praticato la manovra di Heimlich.

A raccontare l'accaduto è proprio l'ex soccorritore che ha voluto ringraziare pubblicamente la figlia con un post sui social. "Se non era per te figlia mia forse non sarei qua a raccontarlo".

Il 60enne racconta di come gli sia passata la vita davanti in quei brevi istanti: all'improvviso non si riesce più a respirare, la sensazione del soffocamento è qualcosa di tremendo", scrive. "Cose viste nel mio passato lavorativo presso il 118 di Vicenza, mentre affronti avvenimenti simili ma da una posizione ben diversa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex soccorritore Suem rischia di soffocare: lo salva la figlia con la manovra di Heimlich

VicenzaToday è in caricamento