rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Attualità Cornedo Vicentino

La Valle dell’Agno stretta attorno a Ginevra, per la quale è partita una colletta

La piccola di Cornedo è in cura a Roma a causa del tumore di Wilms. Commovente la solidarietà alla famiglia di colleghi e della comunità, ma ora la situazione si è fatta più difficile

«È veramente difficile, ringrazio tutti per la solidarietà ricevuta, anche se la situazione è sempre più dura». Ha preso il via negli scorsi giorni, attraverso la piattaforma GoFundMe (qui il link per le donazioni), una raccolta fondi per sostenere la famiglia della piccola Ginevra Santamaria, 9 anni di Cornedo Vicentino, che da settembre è in cura all’ospedale Bambin Gesù di Roma a causa del tumore di Wilms. Una malattia diagnosticata ancora nel giugno del 2021, e che ha gettato nello sconforto tutta la famiglia, che ha però potuto contare fin da subito sulla solidarietà dei colleghi di lavoro e della comunità della Valle dell’Agno.

«Io lavoro alla Triveneta Cavi, mentre mia moglie è dipendente dell’Unicomm – racconta Filippo Santamaria, papà di Ginevra -. Dal giorno in cui Ginevra si è ammalata ci siamo fermati, e i colleghi continuano a pagarci, attraverso le loro ferie, il nostro stipendio. È stato un gesto di straordinario altruismo, e non si tratta degli unici che hanno voluto mostrare la loro solidarietà: tutta la comunità della Valle dell’Agno ci è sempre stata vicino, ad esempio attraverso eventi organizzati dalla pro loco o le donazioni da parte dei commercianti, che ci hanno permesso di andare avanti in questo difficile percorso. Nessuno ci ha mai lasciati soli. Ora però, la situazione è cambiata».

La piccola, fin da subito, è stata presa in cura all’ospedale di Padova. Dopo la chemioterapia, le è stato tolto il rene sinistro e parte del polmone sinistro, ma purtroppo il tumore è ricomparso al polmone destro e al fegato. «Frequentando l’ambiente oncologico – prosegue Filippo –, abbiamo conosciuto persone avevano familiari ricoverati a Roma, in particolare un carabiniere di Vicenza che ha il figlio, malato di leucemia, in cura da otto anni. Siccome la chemioterapia non faceva più effetto, abbiamo contattato il professor Locatelli, e ci siamo trasferiti a Roma, dove è stata anche intrapresa una collaborazione tra l’ospedale di Padova e il Bambin Gesù. Inizialmente ci è stato offerto un alloggio, ma appena Ginevra è stata ricoverata abbiamo dovuto lasciarlo. In questo momento delicato ho scelto di stare accanto a mia figlia, e così abbiamo affittato una casa a Roma».

Nella capitale, le cose si sono fatte sempre più difficili per la famiglia Santamaria, e da qui l’idea della raccolta fondi. «Per l’affitto dell’appartamento paghiamo 1.600 euro al mese – continua Filippo -, e i nostri stipendi non bastano per coprirlo, considerando che dobbiamo pagare anche il mutuo. Così ho deciso di aprire questa raccolta fondi su GoFundMe, per avere la certezza di poter curare mia figlia per altri anni. Al momento io, mia moglie e l’altra mia figlia viviamo in un appartamento con una stanza, e io e mia moglie dormiamo su un divano. È molto difficile abitare a Roma, tutto un altro mondo rispetto a Cornedo, ma dobbiamo stare vicini a Ginevra in questo momento complicato. Per i miei figli farei questo ed altro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Valle dell’Agno stretta attorno a Ginevra, per la quale è partita una colletta

VicenzaToday è in caricamento