Attualità

Liste d'attesa, 40milioni di euro per abbatterle: il piano della Regione

Lanzarin: "Useremo ogni euro consentito dalle norme nazionali"

“Nella lotta alle liste d’attesa stiamo ottenendo risultati lusinghieri. Per il 2024 il Governo ha autorizzato a raggiungere un massimo dello 0,4% e il Veneto questo massimo lo utilizzerà tutto, riuscendo così a dedicare a questo obiettivo fondamentale per i cittadini, circa altri 40 milioni". A parlare è l’assessore alla Sanità Manuela Lanzarin, illustrando la delibera proposta dalla Giunta regionale del Veneto.

Si tratta di una vasta manovra di alleggerimento delle liste d’attesa da attuarsi nell’anno 2024, utilizzando l’intero 0,4% del livello di finanziamento indistinto del fabbisogno nazionale standard, cui concorre lo Stato nel 2024. La norma nazionale, peraltro, non prevede fondi aggiuntivi, ma un’autorizzazione a spendere in deroga risorse finalizzate del Fondo Sanitario Nazionale già assegnate alle Regioni come quota indistinta.

"Inizieremo fin da subito ad assegnare e ripartire i fondi alle Aziende Ulls sulla base degli obbiettivi previsti dai Piani Operativi Aziendali 2024", aggiunge l’assessore Lanzarin.

“In continuità con il 2023 – precisa Lanzarin – la valutazione del raggiungimento degli obiettivi è affidata alla Cabina di Regìa per il Governo delle Liste d’attesa ambulatoriali, istituita con decreto del Direttore Generale dell’Area Sanità e Sociale”.

“I fondi – riferisce Lanzarin - verranno utilizzati per finanziare attività aggiuntiva del personale sanitario, anche derogando ai regimi tariffari ordinari, e per integrare l’acquisto di prestazioni in convenzione con le strutture private accreditate, in deroga ai limiti di spesa ordinariamente previsti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liste d'attesa, 40milioni di euro per abbatterle: il piano della Regione
VicenzaToday è in caricamento