Lunedì, 15 Luglio 2024
Casa San Lazzaro / Via Giuseppe Vaccari

Scippata alla fermata dell'autobus, riconosce i rapinatori e chiama la polizia

Gli agenti, su segnalazione della vittima, hanno preso i responsabili. Uno ha cercato di fuggire lungo i binari del treno

È stata rapinata alla fermata dell’autobus e successivamente ha rivisto i due malfattori e chiamato la polizia che li ha rintracciati. L’episodio è accaduto alle ore 9.30 circa di mercoledì in zona Ferrovieri. Un equipaggio della volante è intervenuto in città, in via Vaccari, quando una donna del 1961, originaria del Perù ma da anni regolarmente a Vicenza, aveva segnalato sulla linea di emergenza di aver riconosciuto i due autori della rapina subita poche ore prima, mentre era in attesa a una fermata dell’autobus del quartiere. 

La signora, verso le 7 del mattino, era stata avvicinata da due uomini di origine straniera, che l’hanno strattonata, strappandole di mano lo smartphone per poi allontanarsi subito dopo. La vittima ha segnalato subito l’accaduto alla centrale operativa ma le ricerche dei due autori sono state vane. Tornata a casa, la donna ha raccontato l’accaduto al figlio che, dopo qualche ora, è uscito con la madre al fine di tentare di rintracciare gli autori della rapina e segnalarli alla polizia. E così i due balordi sono stati avvistati verso le 9.30 in via Vaccari e segnalati telefonicamente dalla vittima al 113. 

L’intervento delle volanti ha consentito di intercettare subito uno dei malfattori che, alla vista della polizia, ha cercato di disfarsi dello smartphone rubato, gettandolo a terra. Il telefono è stato subito recuperato dagli agenti che hanno poi bloccato il rapinatore. L’altro malvivente, invece, si è dato alla fuga ma è stato inseguito e intercettato da un altro equipaggio della polizia di Stato lungo la linea ferroviaria. 

Entrambi gli individui sono stati quindi accompagnati in questura per il foto-segnalamento. Essendo ormai decorso il tempo utile per procedere all’arresto in flagranza di reato, i due sono stati denunciati a piede libero all’Autorità Giudiziaria per il reato di rapina in concorso. Il telefono è stato invece restituito alla legittima proprietaria che ha riconosciuto senza ombra di dubbio i due uomini fermati come gli effettivi responsabili della rapina subita. 

Si tratta di un cittadino nigeriano del 1992 e di un senegalese del 1979, entrambi con vari precedenti per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti. Il primo, inoltre, risulta essere già gravato da un provvedimento di divieto di dimora nel comune di Vicenza emesso dall’A.G.: provvedimento chiaramente violato.  Anche tale situazione è stata segnalata all’Autorità Giudiziaria con richiesta di un aggravamento della misura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scippata alla fermata dell'autobus, riconosce i rapinatori e chiama la polizia
VicenzaToday è in caricamento