Come proteggere la piscina durante la stagione fredda: ecco l'invernaggio

Per quanti hanno la fortuna di possedere una vasca piccola o grande nel proprio giardino, dove sicuramente hanno trascorso ore di divertimento, con l’arrivo dell’autunno è il momento di preservarla dalla stagione più fredda e chiuderla per il prossimo anno. Ecco come

Anche se in questi giorni le temperature sono risalite, non ci illudiamo: l’estate è ormai agli sgoccioli e presto il clima non sarà più ideale per  trascorrere il tempo libero all’aperto o in piscina.

Se in estate avere uno specchio d’acqua a cielo aperto è rilassante e offre momenti di svago, quando le temperature si abbassano si presentano solo problemi: foglie, sporcizia, insetti, acqua piovana, etc. Come riuscire a non farla rovinare e ritrovarla in forma per la prossima stagione estiva? Bisogna eseguire una serie di operazioni che permetteranno di preservarla e prepararla al meglio.

Cos’è l’invernaggio

In inverno per preservare la funzionalità della piscina 

  • Pulizia del fondo
  • Pulizia di filtri e griglie 
  • Copertura con telo invernale 
  • Controlavaggio dei filtri 
  • Riparazioni e sostituzione degli accessori (scalette, filtri e faretti)

Continuando l'operazione di manutenzione, detta invernaggio attivo, si hanno una serie di vantaggi come:

  • le piastrelle non si rovinano perchè non vengono attaccate dal freddo;
  • la sporcizia non si incrosta quindi può essere rimossa facilmente;
  • l’acqua non si sporca e quindi non si crea il rischio di creare uno stagno;
  • in primavera quando si riprende ad usarla non si è costretti a svuotarla.

L’invernaggio di solito si effettua quando la temperatura scende sotto i 12° altrimenti c’è il rischio della continua formazione delle alghe.

Quanto dovrebbe essere riempita la piscina durante l'inverno?

  • Piscine in poliestere da min. 1/2 a 2/3 d'acqua
  • Piscine con membrana a skimmer (LINER): da min. 1/2 a 2/3 d'acqua
  • Piscine in cemento a skimmer o canale a sfioro 1/1 d'acqua (riempita con la quantità normale d'acqua)

La presenza dell’acqua evita eventuali piegamenti e cedimenti della struttura. Per quelle rivestite in pvc, si evita di far indurire il rivestimento con il freddo, mentre quelle in mosaico potrebbero distaccarsi. Per quanto riguarda le incrostazioni, le temperature basse potrebbero farle incrostare e quindi rendere difficile la rimozione.

Nelle zone in cui l'inverno è particolarmente rigido si rischia il congelamento totale dell’acqua, quindi meglio abbassare il livello dell’acqua sotto gli skipper e svuotare le tubature. A questo si aggiunge il posizionamento sulla superficie dei galleggianti morbidi per impedire la formazione del ghiaccio.

Le coperture

Le coperture migliori sono quelle senza fori, in modo da non permettere all'acqua piovana di far entrare la sporcizia in piscina. È però necessario installare con questo tipo di copertura anche »la pompa di sentina« che aspira l'acqua dalla copertura durante l'inverno. Potete però aspirare l'acqua dalla copertura da soli con l'aiuto della pompa subacquea o con l'aiuto di un tubo che farà scorrere l'acqua in discesa, direttamente nel tombino posto più in basso vicino alla piscina o in prossimità di qualche pendio.

  • Tra le soluzioni semplici ed efficaci ci sono i teli di copertura ancorati con strutture tubolari. La copertura economica mette al sicuro la piscina da sporcizia e residui.
  • Se in casa ci sono bambini o animali meglio una copertura di sicurezza in grado di reggere un determinato peso. In questo modo non c’è il rischio di incidenti o cadute pericolose in piscina. Da giugno 2018 in base alla normativa UNI 11718, ci sono  dei requisiti da rispettare: la copertura deve prevenire la caduta di un bambino e deve evitare che questo si infili sotto. Il carico da sopportare un peso di 100 kg, il fissaggio non deve causare inciampi ai bambini. In caso di copertura automatica il sistema centralizzato deve essere posizionato lontano dalla portata dei bambini.
  • La copertura filtrante, parzialmente o totalmente, permette di evitare l’accumulo di acqua sulla superficie, ma trattenendo la sporcizia e le foglie.
  • La piscina coperta, anche se più costosa è più sicura e la protegge dagli agenti atmosferici che potrebbero danneggiarne parti delicate della struttura.

Ecco i professionisti a cui ci possiamo rivolgere a Vicenza per l'invernaggio

Cazzola Srl - Via Cesare Battisti 37 - 36051 Creazzo (Vicenza) -  Tel. 0444 520161 
A fine stagione Cazzola piscine procede alla chiusura e messa in sicurezza dell’impianto per evitare che il formarsi del ghiaccio durante la stagione invernale causi danni seri alle tubazioni.
Procede quindi allo svuotamento delle tubazioni, all’abbassamento dei livelli dell’acqua, alla messa a secco delle pompe e al riposizionamento della copertura invernale.
All’inizio della stagione successiva riporta poi nuovamente la piscina al normale stato di utilizzo.

ZEIGHT Srl
Uffici: Borgo Scroffa 19, 36100, Vicenza, IT
Magazzino: Via Zamenhof, 374 Vicenza

Tel. 0444 514026

TELI DI COPERTURA: Leroy Merlin Vicenza Torri di Quartesolo
Indirizzo: Via Brescia, 19 - Telefono: 0444 710111

Prodotti online per proteggere la piscina in autunno

Copertura di sicurezza

Telo termico per piscina

Telo copertura copri piscina rettangolare 

 Copertura invernale per piscina ovale

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Freddo in arrivo. Ma quando si possono accendere i termosifoni a Vicenza?

  • Pulizia della caldaia: tutti gli obblighi e cosa deve fare il tecnico

  • Cambio stagione dell'armadio: scopri come farlo al meglio

  • Installazione finestre: quali scegliere e come risparmiare

Torna su
VicenzaToday è in caricamento