rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Animali

Portafortuna ma in casa c'è chi non lo vuole: come allontanare i gechi

Si tratta di un rettile innocuo, che mangia mosche e zanzare, ma ad alcuni fa paura. Ecco come sfrattarlo con metodi naturali

Per alcuni non vanno toccati perché portano fortuna, altri invece ne sono spaventati e preferiscono cacciarli di casa. Stiamo parlando dei gechi, dette anche “tarantole”,  animali molto comuni nel periodo estivo, ma totalmente innocui. Abili nel cacciare mosche e zanzare, di cui si cibano, tuttavia per tante persone è meglio tenerli lontani.

Gechi: come riconoscerli e le loro caratteristiche

Spesso scambiati per lucertole, i gechi possono arrivare a misurare circa 20 centimetri, con zampe dotate di speciali cuscinetti che gli permettono di aderire su ogni superficie liscia, come muri esterni o soffitti delle case. In Italia hanno un colore grigio o beige,

I gechi riescono ad arrampicarsi sulle pareti e stare "appesi" a testa in giù. Come mai? Grazie alle "setae", cioè setole posizionate sotto le zampe lunghe un decimo di millimetro che terminano con migliaia di altri peli ancora più sottili. Una concentrazione elevatissima: circa 14 000 setole per millimetro quadrato. Ogni pelo ha una leggera interazione magnetica con la parete.

Un "antizanzare" naturale

I gechi si nutrono di insetti, a volte anche di frutta e nettare. Spesso li possiamo osservare a caccia intorno alle fonti luminose come lampade e lampioncini. Per questo sono ottimi alleati nella caccia alle zanzare, alle mosche e ad altri insetti che per l'uomo spesso risultano fastidiosi.

È per questo che è sconsigliato allontanarli dai nostri giardini, ovviamente a meno che non si tratti di una colonia troppo numerosa o che non entrino in casa.

Perché il geco porta fortuna

È anche per la loro capacità di dare la caccia a fastidiosi insetti che si dice che i gechi portino fortuna. Ma non è tutto, in realtà, il mito ha radici più profonde: questo simpatico animale, come le "sorelle" lucertole", può perdere la coda per salvarsi dai predatori, lasciando che si rigeneri successivamente. Proprio per questa capacità è considerato come simbolo di rinascita che non può far altro che portare bene.

Come "sfrattare" i gechi da casa

Ovviamente quando le colonie diventano troppo numerose i gechi possono diventare ospiti "sgraditi" - specie se entrano spesso dentro casa - anche se, è bene ricordarlo, non hanno veleno e sono totalmente innocui. Come allontanarli senza far loro del male?

Innanzitutto occorre sapere che il geco, come qualsiasi altro animale, non ama restare a lungo in zone in cui si sente in pericolo e senza cibo: dunque è facile che un geco che entra per sbaglio dentro un appartamento esca da solo dopo poco tempo. In ogni caso è possibile aiutarsi con una scopa, assicurandosi di non far loro del male.

Ci sono dei metodi naturali per allontanare i gechi,in modi totalmente innocui per il rettile. Tra gli aromi sgraditi ci sono gli spicchi d’aglio, questi vanno posizionati in prossimità dei punti in cui potrebbero entrare in casa. Un’altra soluzione è quella a base di acqua e peperoncino: spruzzata su determinate aree rappresenta un antirepellente naturale che spinge il geco ad allontanarsi perché non gradisce il suo odore. Lo stesso vale per il caffè, il pepe e le palline di naftalina, che se distribuite all’ingresso di casa o nelle piante, allontanano efficacemente i gechi.

Prodotti online

Dissuasore naturale gechi

Naftalina

Repellente vegetale per gechi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portafortuna ma in casa c'è chi non lo vuole: come allontanare i gechi

VicenzaToday è in caricamento