Come scegliere la scuola superiore giusta

Dal 4 Gennaio si aprono le iscrizioni per la scuola secondaria di secondo grado

Si tratta di una scelta importante per i ragazzi, che dovranno iniziare a decidere ora come orientare il proprio futuro. È importante allora, innanzitutto, avere le idee chiare sul panorama dell'offerta formativa per il ciclo di istruzione superiore.

Se hai dubbi su quale scuola superiore scegliere oppure hai già deciso il tuo indirizzo dopo la terza media ma vuoi sapere se è veramente quello migliore per te, leggi questa mini-guida all’orientamento alla scuola superiore.

  • troverai l’elenco completo delle scuole a cui potresti iscriverti;
  • leggerai le informazioni di cui hai bisogno per orientarti nel modo giusto dopo le medie;
  • capirai come scegliere la scuola superiore.

Quale scuola superiore scegliere
Innanzitutto, devi sapere che dovrai scegliere ufficialmente il tuo indirizzo dopo la terza media a gennaio.

Premesso che non esiste una scuola superiore migliore delle altre ma solo una scuola superiore più adatta a te fra le tante tra cui scegliere, è importante che tu capisca bene quale futuro immagini per te concretamente.

Inoltre, devi anche sapere che non esiste nemmeno una scuola superiore più semplice di altre. Il liceo potrebbe essere facile per un tuo amico e molto difficile per te. Viceversa, potresti avere grandi risultati in un istituto tecnico dove invece quel tuo stesso amico si troverebbe malissimo.

Il secondo ciclo di istruzione prevede due tipologie di percorsi:

  • scuola secondaria di secondo grado, di durata quinquennale. Appartengono a questo percorso i licei, gli istituti tecnici e gli istituti professionali;
  • percorsi triennali e quadriennali di istruzione e formazione professionale (IeFP) di competenza regionale.

Licei: sei percorsi, otto indirizzi

I licei offrono un’ampia formazione culturale e insegnano un valido metodo di studio, cosa che li rende particolarmente adatti a chi intende proseguire gli studi all’università.

Istituti tecnici: due settori, undici percorsi formativi

Gli Istituti tecnici offrono una solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico. Allo stesso tempo rilasciano competenze che permettono anche un immediato inserimento nel mondo del lavoro.
Con questo tipo di diploma è possibile comunque proseguire gli studi all’università, soprattutto scientifici tecnologici ed economici, o specializzarsi presso gli Istituti tecnici superiori.

Sono undici gli indirizzi di studio previsti e si articolano in due settori: il settore economico e quello tecnologico. Sono indirizzi pensati anche per l’occupabilità: il mondo del lavoro cerca, infatti, tecnici specializzati e in Italia non ce ne sono a sufficienza.

Istituti professionali: 11 percorsi formativi

Gli istituti professionali preparano ad arti, mestieri e professioni strategici per l’economia del Paese. Gli undici indirizzi di studio sono orientati ai settori produttivi più importanti del Made in Italy. I percorsi e i profili di uscita sono pensati per una diretta riconoscibilità e spendibilità nel mercato del lavoro.

Come scegliere l'Istituto giusto

Questi consigli aiuteranno a valutare tutti gli aspetti importanti prima di decidere.

1. Prendi in considerazione gli interessi

In tutte le scuole superiori ci sono tante materie. Tuttavia, ogni scuola superiore ha un indirizzo specifico. L’esempio più semplice: il liceo classico si caratterizza per avere molte materie letterarie. Tuttavia, anche al classico studierai matematica e fisica. Questo significa che non puoi pensare di studiare solo ciò che ti piace e in cui sei bravo ma che comunque puoi scegliere una scuola superiore dove ci sono più materie che trattano gli argomenti per cui sei portato e che ti incuriosiscono maggiormente.

2. Prova a immaginare il futuro

Se scegli un liceo, è probabile che dopo dovrai proseguire all’università. Infatti, i licei danno una preparazione molto buona ma generica.

Invece, gli istituti tecnici permettono l’ingresso immediato nel mondo del lavoro ma anche di continuare all’università, in ambito scientifico.

Infine, gli istituti professionali prevedono un percorso scuola-lavoro già durante gli anni della scuola superiore.

Per cui, se fin dalla terza media il tuo obiettivo è terminare gli studi bene ma il prima possibile, in modo da poter iniziare subito a lavorare, dovresti orientarti verso le scuole professionali e gli istituti tecnici.

Se invece hai già in mente una professione che richiede un percorso formativo più lungo, come l’insegnante, il medico, l’avvocato, etc., allora devi orientarti verso un liceo, con la consapevolezza che dopo il diploma ti aspetta l’università.

3. Confrontarsi con i genitori

Sappiamo che ti trovi in una fase della vita in cui parlare con i tuoi genitori non è semplice. Tuttavia, tua madre e tuo padre ti conoscono molto bene. Inoltre, sono persone adulte che hanno già compiuto la tua stessa scelta, magari hanno sbagliato per poi pentirsene. Per tutte questa ragioni, è molto importante parlarne con loro e anche con i tuoi fratelli, sorelle maggiori, cugini, amici. Unico suggerimento: non chiedere troppe opinioni perché potrebbero confonderti le idee. Rivolgiti a chi ti conosce meglio.

4. Approfitta delle attività di orientamento

Partecipa alle visite organizzate negli istituti superiori. approfittane per fare domande, ad esempio chiedi se hanno un programma sportivo, osservare attentamente la scuola, i docenti e gli studenti. Potresti raccogliere tante informazioni utili per capire se sei disposto a trascorrere i prossimi 5 anni proprio in quell’istituto.

5. Raccogli informazioni sugli istituti superiori che hai selezionato

Molti istituti scolastici hanno un sito internet su cui pubblicano il Piano dell’Offerta Formativa (POF). In questo documento troverai il programma proposto e le attività extra-curriculari. In questo modo ti farai un’idea molto più precisa di cosa ti aspetta.

6. Considera gli aspetti pratici e logistici

Se stai valutando di frequentare una scuola superiore in un’altra città o in un quartiere molto lontano dal tuo, devi pensare a come la raggiungerai, a che ora tornerai a casa dopo scuola, quanto presto dovrai svegliarti la mattina.

Inoltre, considera come questa situazione si incastrerà con eventuali altre attività che ti piace fare e con la tua indole.

Premesso che dovrai abituarti ai sacrifici, ad esempio svegliarti presto la mattina, organizzare lo studio al meglio, rinunciare alle uscite con gli amici, i 5 anni di scuola superiore non devono essere massacranti e impedirti di ritagliarti del tempo per i tuoi hobby, le amicizie, il divertimento.

7. Non aver paura di lasciare gli amici

Molto probabilmente hai paura di ritrovarti da solo alla scuola superiore senza i tuoi compagni di scuola media. Questa paura non deve condizionarti nella scelta della scuola superiore. Il tuo futuro non può dipendere da questa ansia.

Invece devi sapere:

  • di sicuro alle scuole superiori stringerai nuove amicizie;
  • anche se andrai nella stessa scuola dei tuoi compagni delle scuole medie, dopo pochi mesi potresti comunque non frequentarli più e avere nuovi amici;
  • potrai comunque continuare a vedere i tuoi ex compagni fuori da scuola e avrai tante cose da raccontargli e su cui confrontarti.

Per individuare la scuola che meglio risponde alle proprie esigenze, il MIUR ha messo a disposizione Scuola in Chiaro, la piattaforma del Ministero che fornisce schede informative sulle scuole di ogni ordine e grado e consente di mettere a confronto gli istituti e le offerte formative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola di Formazione Politica - lezioni on line

  • Corso base online di portoghese

Torna su
VicenzaToday è in caricamento