Sicurezza

Abitano nel nostro letto: come eliminare gli acari

Ecco cosa sono e come tenerli lontano dal nostro materasso

Tra le cause di insonnia o sonno disturbato ne esiste una che si può annidare nei materassi e che resta invisibile all'occhio umano: gli acari della polvere. Sono insetti in grado di provocare forti irritazioni e rush cutanei se entrano a contatto con la nostra pelle. La pulizia profonda del materasso è fondamentale per elimarli, ma prima bisogna conoscerli: ecco cosa sono gli acari e i rimedi per tenerli lontani dalla camera da letto.

Cosa sono e dove prolificano gli acari della polvere

Gli acari della polvere sono insetti dalle dimensioni microscopiche non visibili ad occhio nudo, appartenenti a diverse specie. I responsabili delle nostre allergie sono chiamati acari della polvere di casa, dato che vivono perennemente all'interno delle nostre abitazioni senza che noi ce ne accorgiamo. L’allergia agli acari è tra le più diffuse: secondo le più recenti statistiche, quasi il 50% della popolazione soffre di disturbi respiratori a causa degli allergeni contenuti nella polvere. 

Questi microrganismi si nutrono di desquamazioni umane come forfora, residui di pelle, capelli e unghie, e animali e sono in grado di scatenare reazioni allergiche anche di tipo asmatico. Riescono ad adattarsi ad ogni condizione climatica ed ambiente, ma tendono a  proliferare in condizioni ambientali e climatiche favorevoli, prediligendo temperature sopra i 20°C e percentuali di umidità oltre il 50%; sotto i 16°C la durata della loro vita si riduce circa del 75%, ma riescono a sopravvivere anche a 0°C. Necessitano inoltre di assenza di luce: gli acari si annidano soprattutto negli strati interni del materasso e dei cuscini proprio perché non sopportano la luce solare. 

Gli acari si trovano in tutte le case, anche le più pulite, e si concentrano soprattutto nelle zone che presentano le condizioni ottimali di umidità, temperatura e nutrimento, come le camere da letto e in particolare materassi e cuscini, ma anche in coperte, lenzuola, tende e tappeti; inoltre si possono trovare nei mobili imbottiti come divani e poltrone, nella moquette, negli ambienti iperiscaldati. Pensa che un materasso può contenere al suo interno da 100.000 a 10 milioni di acari e i residui di pelle che lasciamo nel letto la mattina bastano a nutrire alcune decide di migliaia di acari!

I consigli per avere un materasso pulito

Si parte sicuramenta dalla  scelta del materasso, che può aiutare nella prevenzione del problema: esistono infatti materassi antiacaro e una buona traspirabilità aiuta, i cuscini ideali sono invece quelli in lattice o poliuretano, che evitano l'isediamento degli acari nei materiali. Esistono poi buone pratiche  per evitare la proliferazione di questi fastidiosi parassiti:

  •     Areare la stanza il più possibile dopo che ci si è svegliati
  •     Aspirare con grande cura e regolarmente il materasso 
  •     Usare materassi e cuscini sfoderabili per un migliore lavaggio
  •     Sfruttare la luce del sole che infastidisce gli acari
  •     Effettuare lavaggi ad alte temperature

Disinfettanti naturali

L'igiene del luogo dove si dorme è fondamentale per un sonno ristoratore e questi piccolissimi ospiti indesiderati possono causare allergie

Per chi preferisce ricorrere ai rimedi naturali, evitando prodotti chimici, per ogni problema esiste una soluzione. Anche per eliminare o tenere lontani gli acari dai materassi: sono diversi i prodotti utili per disinfettare a fondo il luogo dove dormiamo ed in particolareil materasso. Eccone alcuni:

  •     Bicarbonato di sodio: normalmente è presente in quasi tutte le case perchè si presta a molteplici utilizzi, sia in cucina che nelle pulizie domestiche, ed è un prodotto economico ed ecologico con un’azione disinfettante molto potente. E' molto utile per prevenire la formazione di acari, impedendo il loro sviluppo, basterà cospargere la superficie del materasso e lasciar agire il bicarbonato per diverse ore, rimuovendo poi il tutto con l’aspirapolvere.
  •     Oli essenziali: anche questi prodotti hanno grande versatilità nella risoluzione di molti fastidi, in questo caso saranno utili tea tree, lavanda ed eucalipto, che favoriscono l’igiene del materasso: basterà utilizzarne poche gocce sul materasso per poi asciugarne la superficie con grande attenzione.
  •     Acqua e bustine di tè: con l'aiuto di uno spruzzino si può nebulizzare sul materasso una soluzione a base di acqua tiepida e tè, che andrà lasciato in infusione, per ottenere gli stessi risultati in termini di igienizzazione, lasciando poi asciugare alla luce del sole per un effetto migliore. 

Prodotti online

Materasso antiacaro

Materasso traspirante

Cuscino antiacaro

Oli essenziali

Cause dell’allergia agli acari

A differenza delle allergie stagionali, come quella alle graminacee, l’allergia agli acari è di tipo perenne, dato che questi microrganismi proliferano tutto l’anno, ma l’umidità del riscaldamento invernale e le piogge primaverili ne favoriscono la riproduzione, facendo peggiorare i sintomi. A provocare il vero e proprio attacco allergico non sono gli acari in quanto tali, ma gli enzimi che rilasciano attraverso le feci e la decomposizione.

I sintomi

La manifestazione dell'allergia agli acari della polvere può essere lieve o grave, e i sintomi possono comparire simultaneamente o presentarsi in fasi successive, Inizialmente quest’allergia si manifesta in forma leggera con sintomi prevalentemente a livello respiratorio. 
Altri sintomi frequenti sono:

  • starnuti e/o tosse
  • congestione nasale
  • arrossamento, prurito e/o gonfiore agli occhi 
  • congiuntivite, lacrimazione
  • fastidio alla luce
  • prurito al naso, al palato o alla gola
  • senso di malessere generale, debolezza, affaticamento e disturbi del sonno

Se ignorati, l’allergia può peggiorare e i sintomi diventano più gravi:

  • oppressione toracica
  • respirazione sibilante
  • difficoltà di respirazione, asma e/o crisi respiratorie
  • tosse allergica, secca e persistente o grassa con catarro
  • dermatite o eczema atopico, arrossamento e/o eruzioni cutanee
  • arrossamento cutaneo e prurito a livello del viso e del cuoio capelluto.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abitano nel nostro letto: come eliminare gli acari

VicenzaToday è in caricamento