Carlotto Liquori festeggia la propria “quota 100”

Presentazione ufficiale delle iniziative per il centenario della fondazione In ogni bottiglia storie di gusto e spirito di famiglia assaporate da regnanti, presidenti e grandi chef

Un’apertura straordinaria quella che ha riservato Daniela Carlotto questa mattina ad una clientela selezionata che si è data appuntamento al civico 34 di Via Garibaldi a Valdagno per scoprire il cartellone di appuntamenti dedicati ai festeggiamenti dei primi cento anni di attività del Liquorificio Carlotto.

Quella di Carlotto è una storia che fonda le propri radici un secolo fa e che ancora oggi vive di sapere artigianale, qualità e antiche ricette tramandate di padre in figlia. Ognuna delle circa 25.000 bottiglie prodotte ogni anno è il racconto di uno spirito di famiglia, lo stesso che da cento anni guida l'azienda e che è rimasto inalterato nel tempo.

A condurre l’azienda oggi troviamo la signora Daniela, rappresentante dell’ultima generazione di maestri del gusto ed erede delle antiche ricette tramandate prima dal nonno Girolamo e poi dal padre Giuseppe e dalla madre Nives.

“Il nonno prima e poi i miei genitori - racconta la titolare, Daniela Carlotto - mi hanno insegnato tutto quello che c’era da sapere di quest’arte. Ricordo che quasi ventenne non smettevo di curiosare, di indagare e chiedere a tutti quelli che si incrociavano nel nostro lavoro. Ne ho ricavato un enorme bagaglio di racconti e storie di vita.”

Per celebrare questo importante traguardo, l’azienda ha deciso di confezionare per il 2019 un ricco cartellone di appuntamenti per raccontare questa storia, che si intreccia con il territorio e le persone che della stessa sono state e sono parte.

“Il nostro marchio è cresciuto e si è sviluppato senza mai perdere di vista il legame con il territorio - prosegue Daniela Carlotto - e per questo abbiamo voluto coinvolgere in questo programma realtà dinamiche e di qualità, con un buon tasso di gioventù, che di questo territorio sono l’espressione oggi più bella. Con loro toglieremo un po’ di polvere dalle nostre bottiglie centenarie e magari riusciremo a dare un nuovo lustro a dei prodotti che in un secolo sono arrivati sulle tavole di tutto il mondo, nelle cucine di grandi chef, come sulle tavole di regnanti europei o presidenti americani. Il tutto sempre difendendo le antiche tradizioni, le produzioni artigianali e senza cedere alle tentazioni della grande distribuzione. Forse è proprio questo a renderci ancora unici oggi.”

Partner del centenario saranno in particolare il professore Valerio Bigano, autore del libro del Centenario che sarà presentato il 5 ottobre. Troviamo poi Carlo Presotto e Matteo Balbo, attori e autori della compagnia teatrale La Piccionaia di Vicenza. A loro è affidata la produzione di una narrazione teatrale sulla storia dell’azienda che andrà in scena il 15 giugno a Palazzo Festari. A curare la produzione video ci saranno invece Stefano Pellizzaro e Riccardo Vencato della Wannaboo Video Productions, casa di produzione video attestata tra Valdagno e Milano recentemente premiata con il Delfino d’argento al Cannes Corporate Media & Tv Awards. Infine, comunicazione e pr sono affidati al collettivo MyArt Studio di Cornedo Vicentino, con i giornalisti Chiara Guiotto e Giulio Centomo.

“In un tempo di cambiamenti così profondi - ha spiegato i professor Bigano - per il Liquorificio Carlotto è motivo d’orgoglio festeggiare il centenario della fondazione. Questo prestigioso traguardo deve costituire l’occasione per guardare al futuro, ripercorrendo le principali tappe di una lunga attività. È questo il motivo che ha dato vita al volume, attualmente in lavorazione, che presenterà i primi cento anni del Liquorificio Carlotto e il suo intreccio con la storia di Valdagno.”

“Festeggiare i primi 100 anni di Carlotto - gli fa eco Matteo Balbo - è insieme una sfida e un piacere. Una vera e propria caccia al tesoro per ricercare informazioni, frammenti e racconti di una storia lontana e ricca, che si trasforma in drammaturgia narrativa, visiva e musicale ed esplora e mette in luce la grande passione artigianale della famiglia Carlotto. La serata che proporremo sarà una miscela equilibrata di storie e racconti, paesaggi sonori suggestivi e immagini evocative. Ma faremo di più, cercheremo di coinvolgere quanti più sensi possibili, perché lo spettatore possa non solo vedere ed ascoltare, ma fare esperienza di profumi e sapori, in un viaggio nel tempo.”

“Siamo orgogliosi di essere parte del team di professionisti che si sta occupando della comunicazione del centenario della liquoreria Carlotto - ha concluso Stefano Pellizzaro - siamo certi che riusciremo a interpretare al meglio lo spirito e la storia che contraddistingue questa importante azienda della Valle dell’Agno, grazie alla passione e al legame che ci accomuna verso il nostro territorio.”

Ma il centenario del Liquorificio Carlotto è stato inoltre occasione per rinvigorire una rete locale che, grazie anche a energie giovani, si sta trasformando in un potente veicolo di promozione non solo per i prodotti Carlotto, ma per un intero indotto territoriale che ruota attorno all’enogastronomia. Ha preso così vita il progetto “Contaminazioni di Carlotto” nel quale sono confluiti diversi locali della valle dell’Agno con le proprie rielaborazioni di cocktail, piatti e dolci a base dei liquori Carlotto. Ne esce così un ricco menu che sarà possibile degustare spostandosi da un locale all’altro, scoprendovi dietro la passione e la ricerca che gli autori hanno saputo infondere nelle ricettazioni dedicate.

Il 2019 riserverà inoltre altre sorprese, dal coinvolgimento attivo di alcuni istituti superiori e centri di formazioni della vallata ad alcune proposte rivolte a pubblici specifici. Non mancherà una forte presenza sul web grazie anche ad un concordo che premierà le più originali e simpatiche interviste attorno ad aneddoti e pezzi di vita legati al mondo Carlotto.

Potrebbe interessarti

  • Spiedo, grigliata: che bontà. Scopri le migliori del vicentino

  • Forno a microonde: i vantaggi e rischi per la salute

  • Il parco è in condizioni pietose: «chiuso per degrado»

  • I sintomi, la diagnosi, la terapia per riconoscere e affrontare l’intolleranza al lattosio

I più letti della settimana

  • Superenalotto, jackpot sfiorato: tripletta di cinque

  • Truffa della "compagnia telefonica": entrano nel telefonino e le svuotano il conto corrente

  • Zecca, Medusa, Zanzara, Cimice, Vespa, Calabrone, Vipera: cosa fare in caso di puntura

  • Dove sono gli autovelox? Te lo dice l'app del cellulare

  • Intervento miracoloso al San Bortolo: bimba di un anno salvata in extemis 

  • Devastante rogo in un'azienda agricola: danni ingenti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento