Vicenza, campo nomadi di viale Cricoli sotto sorveglianza

A pochi giorni dalla possibile soluzione delle vicenda, si scopre che il Comune ha sorvegliato ogni notte tramite servizi privati e polizia locale il cantiere di ristrutturazione del campo nomadi. Custodito un tesoro in rame

Mentre si cercano nuove misure e finanziamenti per la lotta al degrado in città, si tornano a fare i conti con le spese sostenute per la messa a nuovo del campo nomadi di viale Cricoli. Tra queste non solo le spese effettive di materiali e mano d'opera, ma anche la sorveglianza notturna del cantiere. 

Del resto, che quella di viale Cricoli non fosse un opera "normale" era del tutto evidente: tante prime pagine sui giornali, incendi sospetti , il sospetto che nessuno avrebbe utilizzato la nuova struttura. Particolarità che hanno fatto decidere all'amministrazione, sotto la spinta del direttore dei lavori, di sorvegliare mediante privati e polizia locale il nuovo campo nelle ore notturne ed in assenza di lavoratori al suo interno. Un meccanismo per certi simili a quello utilizzato per la bomba trovata all'ex aeroporto e messa in sicurezza lo scorso 25 aprile. 

Come sottolineato da "il Giornale di Vicenza", le misure sono state rese necessarie dal timore di furti, visto il grande quantitativo di rame custodito al suo interno, ma anche di danneggiamenti, sia da parte di famiglie sinte scontente, che di vicentini poco disponibili verso la permanenza in città della comunità sinta e rom.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Previsioni meteo per la settimana, arriva l'inverno: temperature sotto zero

  • Camilla non ce l'ha fatta, dopo dieci giorni di agonia la 19enne è morta

  • Spiedo, grigliata che bontà: scopri dove mangiare le migliori del vicentino

  • Malore fatale sul posto di lavoro: giovane papà di due bambini perde la vita

  • Terribile schianto fra tre auto: due conducenti feriti

  • Tragedia lungo la A1, camionista muore schiacciato dal suo bisonte

Torna su
VicenzaToday è in caricamento