Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Tra Covid e farmaci: la sfida del movimento Ippocrate

Mauro Rango, tra i fondatori «del gruppo internazionale» nato per chiedere «per una medicina più a misura d'uomo» parla delle battaglie del coordinamento nato a maggio: a partire da quella sulle terapie per il Sars-Cov-2

 

L'aponense Mauro Rango, laurea in scienze politiche (alle spalle molte esperienze professionali da quella bancaria a quella di imprenditore nel ramo turistico), da anni residente nella Repubblica di Maurizio, è tra i fondatori e ideatori del movimento Ippocrate. Nato nel maggio del 2020 il coordinamento, che ha subito assunto una connotazione transanzionale, chiede una medicina più a misura d'uomo meno vicolata allo stigma delle major farmaceutiche. Dalla sua casa di Abano Terme, dove torna spesso, Rango, alle telecamere di Vicenzatoday.it fa il punto della situazione. E menziona una lettera inviata al vicentino (brendolano per la precisione) Domenico Mantoan, presidente dell'Aifa, l'agenzia italiana del farmaco. Al centro della missiva c'è una richiesta precisa: quella di rivalutare l'idrossiclorochina (nota al grande pubblico come clorochina) come farmaco utile per combattere i primissimi stadi del Sars-cov-2.

LEGGI L'APPROFONDIMENTO

Potrebbe Interessarti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento