"Apertura responsabile con obbligo di mascherina" altrimenti rimaniamo chiusi

Il governatore del Veneto, nel consueto punto di stampa, torna a ribadire l'importanza dell'utilizzo dei dispositivi di protezione

 

Il cuore del punto stampa del governatore Luca Zaia, dalla sede della Protezione civile del Veneto, è sicuramente l'attesa fase 2. 

"Che non passi l'idea che mettiamo a repentaglio la salute dei cittadini per il dio denaro - sottolinea Zaia - Se la comunità scientifica dice che non si può riaprire, non si apre ma bisogna trovare una sorta di equilibrio. Però è vero ache che se il lockdown è il 21 maggio non si capisce perchè hanno lasciato riaprire il 40% delle aziende ora".

Riapertura che passa attraverso alcuni dictat come l'utilizzo dei dispositivi di protezione. A questo si aggiunge l'utilizzo dell'annunciata App: "Ogni persona la scarica sul proprio telefonino - ha spiegato Zaia - la registrazione avviene tramite mail e codice fiscale e funziona con bluethoot acceso. Sistema che permette di rintracciare le connesioni, se una persona è sintomatica e positiva al tampone noi abbiamo tuti i suoi riferimenti sotto i 2 metri. L'adesione è volontaria ma...fino ad un certo punto".

Potrebbe Interessarti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento