rotate-mobile
Volley

A2: due punti preziosi per l’Anthea Vicenza, battuto e agganciato il Club Italia

La classifica delle venete di coach Chiappini è migliorata ulteriormente e la vittoria di ieri è incoraggiante per i play-out

Due punti preziosi al termine di un match spettacolare e molto combattuto. Nel recupero della terza giornata di ritorno del girone B di serie A2 femminile, l’Anthea Vicenza Volley supera al tie break il Club Italia Crai, bissando la vittoria dell’andata (1-3 al “Pavesi” di Milano) e agganciando in classifica le azzurrine a quota 19 punti, un risultato utile in prospettiva play out dove le biancorosse dovranno misurarsi. Per la squadra di Luca Chiappini, un film dai tre tempi: un’eccellente prima parte, con tanta qualità e pochissimi errori nei primi due set, vinti 25-15 e 25-21, poi il ritorno di fiamma della squadra di Mencarelli, brava ad alzare il livello del servizio e del contrattacco riportando la contesa al tie-break.

Nonostante la beffa (contando anche il vantaggio di 17-13 nel quarto set), però, Vicenza è salita in cattedra nella quinta e decisiva frazione (presa per mano da Pavicic), non lasciando scampo ai giovani talenti federali. Il tutto davanti a una bella cornice di pubblico nonostante l’impegno infrasettimanale in un match dedicato all’associazione “Donna Chiama Donna”  e che ha visto la prima presenza in panchina della giovane centrale Rachele Tavella (classe 2004). Domenica l’Anthea chiuderà il proprio cammino in regular season affrontando la trasferta calabrese di Soverato. Vicenza parte con un assetto differente, schierando Rossini in diagonale con Eze,mentre Pavicic e Nardelli formano l’asse di posto quattro. Cheli e Piacentini trovano spazio al centro, mentre Norgini è il libero.

Il Club Italia risponde con Pelloia in palleggio, Despaigne opposta, Ituma e Nervini in banda, Gannar e Marconato al centro e Ribechi libero. L’avvio di gara è nel nome di Federica Piacentini: la giovane centrale biancorossa firma i primi tre punti (ne farà 8 nel primo set) con un attacco e due muri per il 3-0. Un attacco out di Despaigne regala il +4 locale (7-3), con un altro mattoncino regalato dalla stessa Piacentini (9-4). L’ace dell’opposta ospite è un lampo (9-6), ma Vicenza mette la freccia con Rossini e ancora Piacentini (muro del 13-7). Time out Mencarelli, ma le sue ragazze sono fallose in attacco, così l’Anthea scappa sul turno al servizio della “solita” Federica (17-9). Altra sosta azzurrina, con la squadra di Chiappini che taglia il traguardo del venti sul +9 (20-11), preludio al 25-15 firmato da due attacchi consecutivi di Rossini. Le biancorosse ripartono subito avanti nel secondo set approfittando di tre errori ospiti e spingendo con la pipe di Pavicic (4-0). Il Club Italia si sveglia con il muro di Gannar e con l’ace di Despaigne (5-4). Nervini da posto quattro completa l’operazione-parità. Ituma griffa il sorpasso (6-7), incrementato da Pelloia (6-9). Time out Chiappini, ma Gannar trova l’ace del 7-11.

Gli attacchi tecnici di Rossini riaccendono Vicenza (11-13, sosta chiesta da Mencarelli), anche se è un potente servizio di Ituma a rilanciare il Club Italia Crai. Nervini firma il +5 (11-16, time out Chiappini), ma Pavicic trova due servizi insidiosi che tengono in carreggiata le padrone di casa (14-16), che poi arrivano al -1 con il contrattacco di Nardelli (16-17). Vicenza è lanciata: un intelligente pallonetto di Cheli vale la parità a quota 18, mentre la battuta vincente di Rossini sancisce il sorpasso. Time out Mencarelli, ma il muro da posto quattro di Nardelli – sommato all’errore di Nervini – dilata il gap (21-18). Dentro Giuliani e Adelusi tra le ospiti, ma la banda trentina di Vicenza è inarrestabile (23-18). Norgini difende tutto, risultando ala fine tra le migliori del match, poi chiude Pavicic a muro: 25-21 e 2-0. Nel terzo set, Mencarelli conferma lo schieramento finale e cambia al centro (Acciarri per Marconato), ma questa volta la partenza delle sue ragazze è migliore: ace di Giuliani e muro più attacco di Gannar (0-3).

Ituma va giù da posto quattro e Chiappini ferma il gioco sul 4-0 ospite. La battuta vincente di Rossini chiusa da Nardelli scuote l biancorosse (4-6), Cheli sale in cattedra (attacco più ace per il -1). Eze trova il muro dell’8-8, preludio al 10-8 che vale il time out di Mencarelli. Il Club Italia si affida al muro per ribaltare la situazione (Pelloia e Giuliani per il 10-11), con Ituma a segno sempre in block sulla battuta di Giuliani (11-13) prima di trovare un missile che vale il +3. Time out Chiappini, Vicenza lotta ma non trova l’aggancio, perché un ace di Giuliani sigla il 17-21. L’Anthea ci crede (muro di Cheli e pallonetto di Nardelli per il 21-23), con la stessa trentina che piazza l’attacco del 22-23.

Sosta-Mencarelli, poi decidono Acciarri e una doppia di Eze: 22-25 e partita riaperta. Il quarto set si apre con il filotto veneto (5-1), aiutato da due errori in attacco ospiti, anche se il cammino non è in discesa per Vicenza (7-5). Acciarri va a segno dal centro per il -1, con le azzurrine che completano l’opera. L’ace di Pavicic rilancia l’Anthea (12-10), ma il tentativo di fuga viene subito respinto al mittente (12-12). Vicenza ci riprova con i muri di Nardelli e Rossini (15-12, time out Mencarelli), poi capitan Cheli blinda il “tesoretto” (17-13), ma due errori rimettono tutto in discussione: 17-16 e sosta chiesta da Chiappini. Il Club Italia punta forte al centro su Acciarri per la parità, lanciando lo sprint verso quota venti (19-19). Ace della stessa centrale ospite (19-20, time out locale), poi Adelusi trova il contrattacco del +2.

Rossini firma il 21-21, vanificato dall’ace del’opposta del Club Italia (21-23), che poi chiude 23-25 con la sua seconda linea Le azzurrine partono forte nel tie-break (0-2), ma Vicenza risponde con Pavicic, ilmuro di Piacentini e Cheli (4-2). La croata va a segno in attacco convincendo Mencarelli a fermare il gioco, ma per le azzurrine arriva un attacco out di Ituma (6-2) e un muro subito da Pavicic. Ultimo time out ospite sul 7-2, ma la croata è inarrestabile. Il Club Italia, però, non molla la presa, facendosi minacciosamente sotto con l’ace di Gannar (8-6), ma Vicenza è brava a non scomporsi, rilanciando subito. L’astuzia di Rossini vale l’11-6, con Vicenza che vola verso la vittoria (15-11) nonostante una bella rimonta ospite (dal 14-8 al 14-11). Il tabellino del match:

ANTHEA VICENZA-CLUB ITALIA CRAI 3-2 (25-15, 25-21, 22-25, 23-25, 15-11)

VICENZA: Eze 2, Pavicic 14, Piacentini 16, Rossini 19, Nardelli 16, Cheli 11, Norgini (L). N.e.: Errichiello, Caimi, Lodi, Furlan, Tavella. All: Chiappini

CLUB ITALIA: Nervini 7, Gannar 8, Pelloia 9, Ituma 15, Marconato 3, Despaigne 7,  Ribechi (L), Acciarri 10, Giuliani 9, Adelusi 11. N.e.: Vighetto (L), Micheletti, Nwokoye. All.: Mencarelli

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A2: due punti preziosi per l’Anthea Vicenza, battuto e agganciato il Club Italia

VicenzaToday è in caricamento